Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO15°28°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Attualità domenica 14 novembre 2021 ore 07:00

"Si può fare" giovani e aziende a confronto

Capitani d'industria, imprenditori e amministratori incontrano le nuove generazioni. L'obiettivo è quello di stimolare i ragazzi per creasi un futuro



CASTIGLION FIBOCCHI — Giovedì sera a Castiglion Fibocchi si è svolta la seconda serata di "Si può fare", il ciclo di incontri con gli imprenditori per dare la possibilità ai giovani di scoprire nuove realtà fuori dal territorio e per permettere loro di proporre progetti ed idee alle aziende. 

Moderatori della serata il vicesindaco e assessore alle Politiche giovanili Rachele Bruschi e Michele Barbagli, Ceo di Sintra Consulting. Evento organizzato dall'associazione Ottava Torre.

Tra i relatori Luca Scortecci, figlio del fondatore della più grande realtà orafa castiglionese (Silo). Il manager ha parlato del "passaggio di consegne", di come si è posto nell'andare a guidare un'azienda importante che dà lavoro a molte persone e della scelta compiuta, alla soglia dei 40anni, di intraprendere anche l'attività di imprenditore agricolo. Il messaggio di Scortecci è stato chiaro. Ha detto ai giovani di provarci sempre e comunque, ascoltando il cuore senza dimenticare di usare la testa.

In collegamento da Milano altri imprenditori che operano nel campo dell'energie rinnovabili e della riconversione dei terreni, che hanno stimolato i ragazzi ad osare per costruirsi un futuro. 

Da Bruxelles è intervenuta anche Greta Bilanzola, amministratore delegato di Eye - Erasmus For Enterpreneurs - che si occupa di uno scambio culturale tra imprenditori ed imprenditori, progetto che beneficia dei finanziamenti dalla Comunità Europea. La giovane manager ha puntato molto sul cambio di mentalità, che non può più restare circoscritta ai confini nazionali ma spaziare in tutto l'ambito comunitario. 

Interessante anche l'intervento di Filippo Galantini, piccolo imprenditore agricolo. Il giovane ha esternato determinate problematiche strutturali nelle coltivazioni ed il sindaco Marco Ermini, recependo le richieste che potrebbero esser comuni a tanti altri imprenditori, si è detto disponibile a trovare soluzioni idonee. Il comune di Castiglion Fibocchi, infatti, da tempo si è attivato sollecitando tutti quei proprietari che possiedo terreni agricoli incolti a metterli a disposizione tramite contratti agevolati per l'imprenditoria giovanile.   

Infine Filippo Vagnoli, sindaco di Bibbiena, ha sottolineato l'importanza di come la politica deve tornare accanto ai giovani. Ha raccontato la sua esperienza che lo ha portato ad essere uno dei più giovani amministratori del territorio ed ha spronato i ragazzi ad interessarsi della cosa pubblica. Concetto, questo, ribadito anche dal 32enne Marco Ermini, primo cittadino di Castiglion Fibocchi, che ha ricordato come la sua Amministrazione abbia inserito tra gli organi istituzionali anche la Consulta dei Giovani. A tal proposito Rachele Bruschi ha sottolineato come questo strumento sia un'occasione per i ragazzi per crearsi un'opportunità all'interno della cosa pubblica e per incidere sulla vita amministrativa del paese.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno