Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L'omaggio del Milan a Pioli: tutti in cerchio ad applaudire. E da San Siro è standing ovation

Attualità martedì 05 maggio 2020 ore 09:26

Cgil, dobbiamo potenziare la sanità pubblica

Alessandro Mugnai, segretario provinciale Cgil

I sindacati chiedono un confronto tra Asl e associazione in vista della riorganizzazione del comparto sanitario no al privato



AREZZO — Nonostante l'emergenza non sia ancora terminata, avviandosi a una fase di risoluzione, s'impone la necessità di un progetto di riorganizzazione della sanità. Queste le parole di Alessandro Mugnai, segretario provinciale della Cgil. Il servizio sanitario nazionale riveste un ruolo fondamentale ma con delle lacune che devono essere colmate, aprendo un dialogo di confronto con le associazioni di categoria, i sindacati e la Asl stessa, sostiene Cgil.

"Ci rendiamo conto che in una situazione particolarmente difficile e del tutto sconosciuta, doveva essere messa in campo ogni risorsa disponibile. Afferma Mugnai. Avviandosi alla fine la situazione di emergenza, la Cgil chiede che il San Donato si riappropri delle sue competenze e delle sue funzioni. Potenziandole, se possibile. E che sia valorizzato ogni singolo tassello della sanità pubblica territoriale, senza cedere a coinvolgimenti impropri del privato. In questo senso, viste anche le recenti dichiarazioni, gradiremmo un pronunciamento ufficiale da parte della Asl su questi temi".

La Cgil chiede anche che i cittadini possano riprendere, pur nei limiti della sicurezza, i contatti con i servizi territoriali e ospedalieri per ricevere le prestazioni ambulatoriali e diagnostiche necessarie.

I sindacati insomma sostengono l'esigenza di puntare di più sulla rete ospedaliera pubblica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno