Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:05 METEO:AREZZO12°28°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maneskin, Victoria De Angelis dj (in bikini) nella stanza d'albergo

Cronaca giovedì 02 aprile 2015 ore 15:47

Chiuso un phone center, vendeva alcol a minori

Sanzione amministrativa al negozio di piazza Guido Monaco in quanto il proprietario aveva venduto due bottiglie di alcolici a tre ragazzi di 17 anni



AREZZO — La polizia municipale sta intensificando i controlli nei locali del territorio per far osservare i divieti di vendita e somministrazione di alcolici ai minorenni

Dopo le 22.30 è stato effettuato un posto di controllo con telelaser ed etilometro e sono scattate 7 sanzioni. I controlli hanno lo scopo non solo di repressione di comportamenti a rischio, ma anche di vigilare sull’osservanza di norme precise che vietano la somministrazione ai minori di 16 anni e questo anche attraverso distributori automatici. La polizia municipale ricorda le sanzioni che derivano dall’ inosservanza di tali regole: si va dall’arresto fino ad 1 anno se ne deriva ubriachezza, fino a sanzioni pecuniarie che possono arrivare fino a 25 mila euro e alla sospensione per alcuni mesi dell’attività.

“L’osservanza di queste regole ha per l’amministrazione una grande rilevanza – interviene l'assessore Barbara Bennati - visto che dal monitoraggio effettuato regolarmente sul territorio, ma anche da ciò che riportano le varie associazioni che operano in questo campo, emerge anche a livello locale un quadro non rassicurante. Molti infatti sono i giovani e giovanissimi che fanno abuso di alcol nel fine settimana, atteggiamento rischioso poiché tende ad essere mantenuto anche in età adulta. Al di là del pubblico decoro, ciò che preoccupa è lo stato di salute dei giovani. Per questi motivi, accanto all'azione di controllo e repressiva, in qualità di assessore alla Scuola e Famiglia, ho voluto intraprendere una strategia di prevenzione raccogliendo la disponibilità dei locali ad ospitare eventi di informazione dove la municipale, insieme al Sert, può confrontarsi e sensibilizzare i più giovani. Determinante è anche l'attività svolta da realtà associative come i Club degli Alcolisti in trattamento con cui abbiamo avviato una stretta collaborazione, offrendo loro la possibilità di estendere e moltiplicare i propri incontri settimanali anche in alcune sedi dei centri di aggregazione sociale di Arezzo. I Club degli alcolisti in trattamento sono infatti comunità multifamiliari che si basano sulla pratica dell'auto/mutuo aiuto e sulla solidarietà tra le famiglie che hanno problemi di alcol correlati e complessi. Al di là della legge e dei controlli infatti sono le famiglie ad avere un ruolo fondamentale ed insostituibile in tutto questo. Il ruolo genitoriale di vicinanza e di controllo non deve mai venire meno e non può essere delegato a nessuno”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno