Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:15 METEO:AREZZO20°38°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rapina due anziani dopo averli seguiti fino a casa: ecco le immagini che incastrano l'aggressore
Milano, rapina due anziani dopo averli seguiti fino a casa: ecco le immagini che incastrano l'aggressore

Attualità martedì 29 settembre 2020 ore 18:07

​Disabili, Ghinelli e Ralli fanno i conti

I candidati sindaco ammettono la “distrazione” in campagna elettorale e rilanciano l’impegno sui progetti. Ciascuno con la sua "ricetta"



AREZZO — Molte cose fatte, molto ancora da fare, dice Alessandro Ghinelli. Nessuno resterà indietro, a ottobre prima riunione, rilancia Luciano Ralli. Alla vigilia del ballottaggio la lettera aperta delle famiglie che fanno parte dell’associazione Autismo Arezzo un primo effetto l’ha provocato: rimettere al centro della campagna elettorale un tema rimasto ai margini. Da lunedì, tutto si misurerà sui fatti. Intanto, l’aver portato i candidati sindaco di centrodestra e centrosinistra a fare i conti con l’autismo è di per sé un risultato significativo.

Le posizioni in campo, manco a dirlo, sono diametralmente opposte, come del resto si conviene a due contendenti l’un l’altro armati, come direbbe il Buratto sulla lizza della Giostra.

Fatto sta che Ghinelli e Ralli prendono posizione e su questo saranno valutati dagli elettori prima e poi dai cittadini nella pratica quotidiana. Il sindaco uscente ricorda le cose fatte nei cinque anni di mandato e tra queste “l’istituzione del Garante per i diritti per le persone disabili e un investimento di circa 10 milioni di euro. Nel futuro? Incremento del fondo per le barriere architettoniche e ancora più risorse per sostenere l'attività scolastica e le lezioni a domicilio”, annuncia. 

Ghinelli prende atto che “in questa campagna elettorale di disabilità non si è parlato molto, e concordo con chi ha sollevato questa evidente lacuna; ma credo che di cose significative ne siano state fatte e soprattutto nel nostro programma vi è una attenzione particolare a questa tematica, per altro frutto della collaborazione di molte persone in prima linea come, tra le altre, Stefano Buratti nostro candidato e presidente della associazione degli invalidi civili”. 

Il candidato sindaco del centrodestra cita un progetto tra i punti del suo programma: Arezzo Città dei diritti, curato dallo stesso Buratti. “Oggi Arezzo è una delle poche Città in Italia che vede istituita la figura del Garante per i diritti delle persone con disabilità - e non posso che ringraziare Giovanna Carlettini per questo risultato - abbiamo investito circa 2 milioni di euro all'anno per azioni legate alla tutela e soprattutto alla grande sfida dell'inserimento lavorativo”. Poi passa in rassegna il sostegno ai progetti legati al "Dopo di Noi" mettendo “gratuitamente a disposizione i locali dell'amministrazione per una sperimentazione abitativa”, i progetti legati “alla vita indipendente, i percorsi per la mobilità facilitata grazie alla collaborazione dell'Associazione Italiana ciechi, della associazione invalidi civili e della cooperativa Taxi”. 

E ancora: Ghinelli richiama il “taglio delle rette per i centri diurni riducendo la retta per le famiglie al minimo storico, abbiamo messo a disposizione i locali dello Spazio Famiglia per scuole e associazioni”. Totale: “In cinque anni sono stati investiti circa 10 milioni di euro destinati ad essere ulteriormente incrementati”. Tra le cose su cui Ghinelli si assume un impegno c’è “la centralità delle associazioni”. 

Tre i punti chiave del prossimo mandato: “La carta unica di cittadinanza che erogherà servizi alle famiglie, l'incremento del fondo per abbattere le barriere architettoniche e il potenziamento dei progetti legati al “Ti accompagno” che vedrà sempre più risorse dedicate alla presenza di educatori a domicilio e di “dopo scuola” dedicati a bambini con alcune difficoltà”.

Dalla sponda del centrosinistra, Luciano Ralli assicura alle famiglie dell’associazione aretina che “nessuno sarà lasciato solo La campagna elettorale è una corsa frenetica. Questo non giustifica ma spiega la non adeguata attenzione ai temi posti da Arezzo Autismo. Temi non problemi perché parliamo di persone che hanno pari diritti e pari dignità”. 

Anche il candidato sindaco del centrosinistra, esattamente come il suo competitor, si sofferma su ciò che il suo programma prevede alla voce disabilità. “C'è un capitolo dedicato alle disabilità e nel depliant distribuito in città un capitolo è dedicato alle fragilità. Non sono stati sufficienti e allora prendo un impegno: nessuno sarà dimenticato. Adesso si può promettere tutto e poi dire che il "tutto" non è possibile o perché mancano i soldi o perché non ci sono le condizioni o per qualsiasi altro motivo. C'è un impegno che però può essere mantenuto a costo zero e che impegna solo la parola che si dà. Il mio impegno è ascoltare e condividere”. 

Ralli è convinto che “la condizione di Arezzo Autismo sia quella di grande parte delle associazioni che hanno a che fare con la salute e il sociale. Associazioni fatte da donne e da uomini che hanno a cuore i loro cari, spesso i figli e che sulla vita e sul futuro di questi cari adeguano la loro propria vita. Con amore, fatica, coraggio e solitudine”. 

Condivide il concetto per il quale un sindaco può fare molto “contrariamente a quanto pensano alcuni amministratori. Intanto può non lasciare sole queste famiglie, può rivedere le logiche di bilancio, facendo salire verso l'alto gli interventi sociali e dedicando ad essi non quanto avanza dopo le opere utili al consenso elettorale ma quanto serve. Non faccio l'elenco di cosa potrà fare un Comune guidato da me. Dico soltanto che entro la fine di ottobre convocherò Arezzo Autismo e le altre associazioni del sociale per ascoltare e decidere insieme”. Altro impegno di Ralli: attivare un tavolo interistituzionale con Asl e associazioni per “sperimentare percorsi inclusivi e innovativi all’interno della nostra comunità”.

Da lunedì, gli aretini verificheranno.

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno