Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:56 METEO:AREZZO13°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Attualità martedì 01 marzo 2022 ore 19:55

Il cuore grande degli aretini per l'Ucraina

Raccolta di beni dal capoluogo alla provincia. Mobilitazione totale sul territorio. Conto corrente della Caritas e disponibilità per l'accoglienza



AREZZO E PROVINCIA — Da quando è iniziato l'attacco della Russia all'Ucraina la comunità aretina, come tutta l'Italia, si è stretta attorno al Paese, alle vittime, ai profughi.

Nel fine settimana si sono svolte due manifestazioni nel capoluogo, la veglia di preghiera voluta dal vescovo Fontana in Cattedrale, oltre a marce per la pace ed iniziative che proseguono in questi giorni. Ma non solo.

Sono subito scattate raccolte di beni di prima necessità. In Casentino, nelle altre vallate e in città per mano della Caritas. Quest'ultima ha aperto, anche in virtù delle numerose richieste degli aretini, un conto corrente dedicato ai rifugiati (BPER Banca Corso Italia, 179 Arezzo - IBAN IT16J0538714102000003557249) ed ha avviato nelle Caritas parrocchiali una donazione di prodotti urgenti. Vengono chiesti sacchi a pelo, asciugamani, coperte (lavati e imbustati). Ma anche alimenti non deperibili, detersivi e prodotti per l'igiene e per l'infanzia.

La Caritas diocesana si mette a disposizione, inoltre, per registrare la disponibilità all'accoglienza di persone o nuclei familiari provenienti dall'Ucraina. Chi desidera aderire, offrendo alloggi, può contattare il numero 0575 354769.

Infine, nelle ultime ore in Valdichiana è stata avviata una ulteriore raccolta di beni di prima necessità dall'associazione "Don Chisciotte". Il centro di raccolta si trova a Castiglion Fiorentino, in piazza dello Stillo numero 3. Il termine è il 7 marzo. (Per informazioni 3339624215, 3293944933, 3478932107 o inviare un messaggio alle pagine social dell'associazione).

Le donazioni dei cittadini sono già numerose e molti si informano su dove poter portare coperte, alimenti e quanto altro richiesto. Con il cuore e il pensiero sempre all'Ucraina e al suo popolo. E la vicinanza ai tanti ucraini che risiedono sul territorio, anche da parte della amministrazioni.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno