Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO13°27°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 16 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Attualità mercoledì 03 marzo 2021 ore 17:49

L'Arezzo gioca un tempo e si impantana in un pari

Gli amaranto mancano negli uomini cardine della squadra. Perez spreca l'occasione che poteva dare la svolta alla partita e al campionato



AREZZO — Diciamo subito che l'Arezzo visto al Comunale contro il Mantova ha fatto un "salto", invece che un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni.

La squadra gioca solo il primo tempo mentre la ripresa si chiude in area di rigore nella speranza di non naufragare. E pensare che il Mantova è veramente poca cosa. Qualche giocatore di qualità in mezzo al campo e poi il nulla. La difesa, imbarazzante, trema ogni volta che deve giocare una palla ma l'Arezzo ha il "braccino" e non punge a dovere, anzi.

Alla fine Melgrati ha compiuto anche qualche parata di rilievo. Insomma, della serie poteva pure andare peggio. E di questo passo la salvezza diventa veramente un miraggio. Oggi sono mancati gli uomini che solitamente fanno la differenza. Quei punti cardine ai quali si ancora tutta la squadra. Arini, dopo 20 minuti è "andato in bambola" sbagliando anche i passaggi più elementari, Altobelli ha giocato un buon primo tempo per poi scomparire letteralmente nella ripresa ed essere superato perfino dalla sua stessa ombra.

Ma l'Arezzo è mancato soprattutto sulle fasce. Maggioni e Pinna non hanno quasi mai saltato l'uomo e quando salivano ci volevano i "cani lupo" per farli rientrare velocemente. Poi la questione centravanti. Perez si muove bene, probabilmente è più una seconda punta che un ariete da centro area ma fa tanto movimento. Oggi gli è capitata un'occasione d'oro, una palla che chiedeva solo di essere spinta in fondo al sacco. Ma Perez ha compiuto un errore tecnico imperdonabile. A tre metri dal portiere invece che piazzare la palla ha cercato la potenza, centrando in pieno l'estremo difensore.

Gol sbagliato e gol subito. La dura legge del calcio prevale e penalizza l' Arezzo che, anche oggi, aveva avuto l'occasione per potersi rimettere in corsa in questo assurdo campionato.

Anche mister Stellone, per la prima volta in questa esperienza amaranto, è apparso un po' in confusione. nel secondo tempo il Mantova aveva messo alle corde l'Arezzo che non riusciva a ripartire. Sono quelle situazioni dove il tecnico deve intervenire, leggere la partita e dare una nuova chiave tattica alla squadra. Ma Stellone ha atteso il 74' prima di fare qualche cambio. Ha buttato nella mischia Cerci e Cutolo. L'ex granata ha toccato una palla e l'ha persa mentre il capitano ha conquistato solo un calcio di punizione da posizione defilata e nulla più. Insomma, è proprio il caso di dire che le sostituzioni non hanno inciso, o forse non sono state quelle giuste.

Per quanto concerne il migliore in campo oggi il titolo se lo aggiudicano in due. Sbraga e Cherubin sono stati insuperabili. Non hanno sbagliato una palla e hanno domato l'irruenza degli avanti lombardi giocando di anticipo e di mestiere.

Una menzione anche per il portiere Melgrati. Incolpevole sulla rete subita ha dimostrato sicurezza sia con le mani che con i piedi. E' stato freddo e puntuale in alcune circostanze con parate ben calibrate respingendo correttamente a lato e non in area di rigore.

E poi c'è la questione scaramantica. Dopo decenni di storia l'Arezzo ha deciso di invertire le panchine, gioca stabilmente con la terza maglia invece che indossare l'amaranto. Di momenti difficili il Cavallino, purtroppo, ne ha passati ma nessuno si era mai sognato di mettere in dubbio certezze o tradizioni.
Forse sarebbe meglio guardare più agli attributi invece che alla superstizione.

In conclusione l'Arezzo spreca un'altra occasione per accorciare le distanze in classifica. Certo un punto è meglio di niente ma vista la situazione del Cavallino se non inizia a "galoppare" il rischio vero è quello che non ci sia più il tempo per poterci provare.

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Mister Stellone al termine di Arezzo-Mantova 1-1
Alessandro Di Paolantonio al termine di Arezzo-Mantova 1-1
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno