Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:AREZZO19°38°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità martedì 14 giugno 2016 ore 16:20

Nuova organizzazione del car sharing

Non più uno, ma ora sono quattro i punti di raccolta delle vetture: parcheggio Eden, stazione, ex Cadorna e tribunale



AREZZO — Il sindaco Alessandro Ghinelli, l’assessore all’ambiente Marco Sacchetti e Bernardo Mennini, presidente di Atam, hanno presentato il nuovo assetto del servizio di car sharing. Obiettivo: renderlo ancora più fruibile.

“Rilanciamo un servizio già attivo – ha dichiarato il sindaco Alessandro Ghinelli – ma solo con auto che gli utenti potevano trovare al parcheggio Mecenate. Tale soluzione limitata non ha funzionato per cui abbiamo deciso di ampliare portata e fruibilità. Le auto elettriche si trovano adesso in parcheggi noti ai cittadini e in luoghi appetibili per gli spostamenti. I nuovi quattro punti di raccolta delle auto sono: parcheggio Eden, stazione, ex Cadorna e tribunale. Contiamo dunque di rendere il servizio conosciuto e familiare. Si tratta di un servizio semplice, a costi ragionevoli e non inquinante. Ha inoltre una sua varietà di offerta: accanto all’auto adatta a un uso prettamente personale, ci sono mezzi ulteriori utilizzabili anche per un trasporto di carichi ridotti”.

Considerazioni confermate dall’assessore all’ambiente Marco Sacchetti: “La nostra è un’operazione di stimolo, un invito a prendere in considerazione per gli spostamenti cittadini un mezzo agile, flessibile e facilmente usufruibile. Basta infatti uno smartphone”.

Il presidente di Atam, Bernardo Mennini: “Questa operazione è partita da un cambio di filosofia di approccio: non più una centrale unica di ‘smistamento’ del car sharing, ma vogliamo che siano i cittadini, con il loro tasso di gradimento, a indicarci come e dove immettere progressivamente il parco automezzi elettrici nell’ambito urbano”.

Car Sharing Arezzo, gestito da Atam per conto del Comune, è il servizio di auto in condivisione che consente di disporre di un’auto pagando solo per il suo utilizzo. Prerequisito è il possesso della Arezzo Card che viene rilasciata al ticket point di piazza della stazione. Con la card è possibile iscriversi al servizio di car sharing, attivo 24 ore su 24, su http://www.carsharingarezzo.it/ per essere abilitato a prenotare comodamente la vettura. Sono a disposizione Renault Twizy elettriche che vanno prelevate e rilasciate senza alcun obbligo di indicare l’ora di arrivo.

Inoltre, sono a disposizione Renault Kangoo che vanno invece prelevate e rilasciate al parcheggio Mecenate, indicando sempre l’ora di partenza e di arrivo. I punti di ricarica sono: parcheggio Mecenate, parcheggio dell’ospedale, parcheggio piazza Amintore Fanfani, parcheggio tribunale, parcheggio Rossellino e parcheggio Rismondo con un punto di ricarica; stazione, parcheggio Eden e parcheggio Pietri con due punti.

Chi usufruisce di entrambe le tipologie di vettura potrà recarsi in città e fuori, per il tempo effettivo occorrente, da un’ora a più giorni consecutivi. L’auto si paga sia in movimento che in sosta fino alla riconsegna. Le tariffe sono di 0,15 € al minuto per la Twizy e 0,16 € al minuto per la Kangoo. Libertà di accesso alla ztl e gratuità del parcheggio sulle strisce blu gestite da Atam. Ovviamente occorre essere in possesso di patente B. Regolamento completo, auto disponibili e tutte le informazioni sempre su http://www.carsharingarezzo.it/.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno