Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:59 METEO:AREZZO18°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump prende in giro Kamala Harris: «La chiamo 'Laughing Kamala', è pazza»
Trump prende in giro Kamala Harris: «La chiamo 'Laughing Kamala', è pazza»

Cronaca giovedì 13 aprile 2023 ore 19:10

Omicidio ad Arezzo, uccide moglie e suocera a coltellate

La cabina usata dall’omicida

Nella notte in via Benedetto Varchi. Sul posto la polizia. L'allarme lanciato dal figlio maggiore, di 16 anni. In casa anche la figlioletta



AREZZO — Un uomo ha ucciso a coltellate moglie e suocera: duplice omicidio nella notte, intorno all’una, ad Arezzo. Il violento episodio in una abitazione del centro, in via Varchi nella zona di San Lorentino. 

L’omicida è un uomo di 38 anni di origine magrebina, mentre le vittime erano entrambe aretine. L’uomo, dopo l’aggressione con un coltello da cucina, sarebbe fuggito per le scale. Poi è stato bloccato in un piazzale davanti alla sua palazzina, ma prima avrebbe chiamato da una cabina telefonica, messa sotto sequestro (nella foto), il numero di emergenza. In casa c’erano anche i due figli della coppia, una bimba molto piccola e il maggiore - che ha 16 anni - che avrebbe dato l’allarme, già prima dell’omicida, chiedendo aiuto ai soccorsi.

La suocera, Brunetta Ridolfi, è morta subito, mentre la moglie, Sara Ruschi, in ospedale. Non è ancora chiaro se il gesto sia scaturito da una lite degenerata o da un raptus.  Sul posto gli agenti della Squadra Mobile della Questura Arezzo guidata da Sergio Leo e il Pm Marco Dioni. Il marito è stato arrestato e portato prima in questura (in stato, pare, confusionale) poi trasferito nel carcere cittadino di San Benedetto.

Intervenuti, inoltre, i soccorritori della Croce Bianca di Tegoleto, Misericordia di Subbiano e auto medica. Per la suocera, di 76 anni e residente a Case Nuove di Ceciliano, che si era trattenuta a casa della figlia, non c'era più nulla da fare, mentre per la moglie, 35enne, è stata tentata una disperata corsa al San Donato dove è deceduta. Quest'ultima lavorava in una struttura ricettiva di Castiglion Fiorentino e conviveva con il 38enne da circa due decenni.

Nel quartiere, come in tutta la città e nella provincia, è forte l'incredulità e lo sgomento. Dolore è stato espresso anche dal sindaco Ghinelli che per il giorno dei funerali ha indetto il lutto cittadino.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno