Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO19°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità mercoledì 29 luglio 2015 ore 11:37

Piero Comanducci, il cordoglio di Confcommercio

Il direttore Franco Marinoni: “Sotto la sua guida, nel 1994, abbiamo iniziato la rivoluzione della nostra associazione di categoria”.



AREZZO — Grande cordoglio da parte della Confocommercio aretina per la scomparsa dell’imprenditore Piero Comanducci, titolare dell’Hotel Continentale.

Comanducci, albergatore da generazioni, è stato alla guida dell’associazione di categoria provinciale dal 1994 al 1998, prima di passare il testimone a Franco Scortecci, e fino all’ultimo è rimasto nella giunta esecutiva dell’organizzazione di via XXV Aprile distinguendosi per la passione e l’impegno che metteva nelle battaglie sindacali a favore del turismo e del terziario in generale.

Per noi è stato il presidente della rinascita. Ci hanno sempre legato profonda stima e affetto. Non lo dimenticheremo”, sottolinea il direttore generale di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, che proprio con Comanducci costituì un sodalizio vincente all’inizio della sua carriera. “Con Piero perdo un fratello maggiore, un amico vero, un punto di riferimento preziosissimo per la professione e per la vita personale”.

Sono arrivato ad Arezzo, negli uffici di via XXV Aprile, alla fine del 1993, erano gli ultimi mesi della presidenza di Sabatino Madiai, poi nel marzo del ’94 fu eletto Comanducci”, ricorda Marinoni, “da quel momento la nostra Associazione ha cominciato a cambiare pelle e ruolo, avviando una trasformazione radicale che l’ha portata a diventare, da mero strumento di lobby, una efficiente struttura di servizi. Merito anche della capacità di visione di Piero Comanducci, che non ha avuto paura di cambiare rotta”. 

Così, in pochi anni Confcommercio cominciò la scalata per diventare prima Ascom in Italia per tasso di crescita e rappresentatività. “E in tutto questo Piero Comanducci ha avuto un ruolo determinante, che tutti gli riconosciamo e non dimenticheremo. Il nostro impegno è riversare ora il nostro affetto sulla signora Stefania e i figli Marcello e Raffaella

“Piero univa la poesia del sognatore al piglio di uno sportivo vincente”, aggiunge la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini , “merito anche delle sue passioni - come quella per il rally, i documentari, la storia - che portava in tutto quello che faceva. Ci mancherà molto. Tutta la nostra Associazione, dai colleghi dirigenti al personale, si stringe intorno alla sua famiglia”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno