Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:47 METEO:AREZZO13°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Thiago Motta e il viaggio on the road in motocicletta, da Bologna a Cascais in Portogallo: il video girato dalla moglie

Attualità mercoledì 05 agosto 2015 ore 14:36

Rondine parla al mondo dall’Expo

Rondine Cittadella della Pace, candidata al Premio Nobel per la Pace si presenta all'Expo per proporre un nuovo modello di cittadinanza



AREZZO — Mentre il mondo intero si riunisce in 130.000 m2, nel breve e grandioso spettacolo umano di Expo, in uno spazio facilmente fruibile, segnato da confini apparentemente inesistenti tra culture e identità, i giovani provenienti da luoghi di guerra, svelano una vicenda umana permanente e silenziosa che si realizza in 1.600 m2, perché impossibilitati ad incontrarsi da decenni, bloccati da muri e fili spinati che segnano confini tragici tra culture e identità prossime, lingue e tradizioni che avevano vissuto in pace.

La Cittadella della Pace, all’interno degli spazi della Cascina Triulza – Padiglione della Società Civile EXPO 2105 e che rientra nel grande progetto “Il senso ritrovato”, promosso da Planet Life Economy Foundation in occasione dell’Expo 2015 di Milano, presenterà il muovo modello di cittadinanza universale che si fonda sulla capacità di nemici di poter vivere in pace e su una premessa essenziale: fermare la guerra è il primo imprescindibile passo per “nutrire il pianeta”. Inoltre si svolgerà la performance artistica ‘Dissonanze in accordo’ che sarà introdotta dagli interventi di Bruno Pasquino, Commissario Generale Expo Milano 2015, Sergio Silvotti, Presidente Fondazione Triulza, Alessandro Curti, AD Curti socio PLEF e sponsor del progetto “Il Senso Ritrovato” e Franco Vaccari, Presidente Rondine.

Rondine investe da diciotto anni, ogni giorno, nella forza morale dei giovani, frenati da invalicabili confini, ma pronti a consumarli e distruggerli come un esercito di soldati di pace pronti a partire dalla campagna toscana per abbattere barriere fisiche e mentali che spezzano vite e impediscono la crescita dei popoli.

Crediamo che l’incontro tra Expo e Rondine possa essere un'occasione unica di incontro per fare un passo concreto nel cammino della convivenza giusta e pacifica fra persone e popoli. Un piccolo ma potente modello che dimostra come la convivenza tra persone, che la storia ha definito nemiche, cresciute nell’odio e nel desiderio di vendetta, siano in grado di aprire la propria mente superare i propri limiti senza rinunciare alla propria identità ma pronti a combattere per costruire un mondo giusto tornando nei propri paesi e lavorando a tutti livelli per trasformare il tessuto sociale, la politica e le istituzioni” – fanno sapere da Rondine.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno