Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Cronaca martedì 03 luglio 2018 ore 15:29

Evasione milionaria con le scarpe di lusso

Tre milioni sottratti al fisco da ditte cinesi che producevano per conto di un'azienda italiana. Sul mercato le scarpe valevano mille euro al paio



AREZZO — Il filo che ha sbrogliato la matassa lo ha trovato la guardia di finanza di Arezzo che ha denunciato tre cinesi accusati di aver sottratto tre milioni di euro circa al fisco a cui si aggiunge un altro mezzo milione di euro di Iva e 75mila euro di versamenti previdenziali. 

Le ditte cinesi agivano per conto di un'azienda italiana che, secondo gli accertamenti della finanza, avrebbe a sua volta agito per conto di una società inglese anch'essa sconosciuta al fisco. Le verifiche della finanza hanno portato poi alla richiesta, da parte della società inglese e di quella italiana, di poter accedere all'accertamento con adesione, versando 800.000 euro di imposte all'erario. 

Quello che accadeva in sostanza era questo: "L'azienda italiana faceva produrre scarpe di alta gamma, messe in vendita al dettaglio anche a 800-1.000 euro al paio, alle ditte cinesi evasori fiscali". La merce rimaneva in Italia nella disponibilità dell'azienda inglese ma la vendita risultava all'estero. La sintesi della vicenda, spiega la nota della finanza, è che i lavoratori cinesi erano irregolari e i ricavi erano spostati in Gran Bretagna con "danni per il fisco italiano e per le imprese dello stesso settore che pagano le imposte in Italia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno