Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO10°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Benigni a Papa Francesco: «Andiamo insieme alle prossime elezioni, facciamo il campo largo. Vinciamo subito»

Attualità martedì 16 aprile 2024 ore 15:30

Tre milioni per i beni sottratti alle mafie

La somma messa a disposizione della Regione andrà a 7 comuni delle province di Pistoia, Lucca, Arezzo, Siena e Pisa



SIENA — Lo stanziamento maggiore va in provincia di Pistoia, a Buggiano, Chiesina Uzzanese e Massa e Cozzile. Poi a Forte dei Marmi, Marciano della Chiana, Monteroni d’Arbia e Montopoli Valdarno. Ammonta a quasi tre milioni di euro la somma che la Regione Toscana metterà a disposizione di 7 Comuni che hanno presentato la richiesta di finanziamento per la riqualificazione dei beni confiscati alle mafie.

Oltre la metà della cifra (1,6 milioni) andrà in provincia di Pistoia. A beneficiarne saranno i Comuni di Buggiano, Chiesina Uzzanese e Massa e Cozzile.

Le altre amministrazioni destinatarie dei finanziamenti sono quelle di Forte dei Marmi (Lu), Marciano della Chiana (Ar), Monteroni d’Arbia (Si) e Montopoli Valdarno (Pi).

L'obiettivo, spiega il presidente della Regione Eugenio Giani, è quello di restituire questi beni alle comunità locali con rinnovate finalità istituzionali o sociali, prolungando di un ulteriore triennio lo stanziamento di risorse regionali inizialmente previsto a questo scopo per il periodo 2022-2024. 

In questo modo nel triennio 2024-2026 a Buggiano andranno 347.000 euro che serviranno per adibire l’edificio a nuova sede del servizio associato di polizia municipale. Il milione di euro che andrà a Chiesina Uzzanese è finalizzato alla creazione di un centro di aggregazione intergenerazionale. A Massa e Cozzile sono destinati 290.000 euro che verranno impiegati per trasformare il bene ubicato in via Macchino 12, come sede per un centro di recupero per ex tossicodipendenti. 

A Forte dei Marmi con 500.000 euro di contributo verrà realizzato un intervento che prevede la riqualificazione di un fabbricato di civile abitazione in corso di costruzione corredato da un appezzamento di terreno in via M. Civitali, che verrà adibito a archivio comunale.

Nel Comune di Marciano della Chiana con un finanziamento di 499.791 euro verranno riqualificati 19 appartamenti e 22 box auto distribuiti su due edifici plurifamiliari nell’abitato di Cesa, in via Verdi, ai civici dal 15 al 49, da destinare a edilizia residenziale pubblica, asilo nido, edilizia residenziale sociale (condominio solidale intergenerazionale ad affitto calmierato ed alloggi destinati a donne vittime di violenza).

A Monteroni d’Arbia 90.000 euro serviranno per interventi di riqualificazione di beni da adibire ad alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica con relativi garage pertinenziali, ad alloggio per emergenze abitative, a fondi per attività sociali, culturali e ricreative, e ad archivio magazzino.

A Montopoli in Val d’Arno, che ha ricevuto un finanziamento di 194.000 euro, sono in programma interventi di riqualificazione del fabbricato ubicato nella frazione di Capanne, in via Trento, per realizzarvi un Centro Antiviolenza e Rifugio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno