Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:24 METEO:AREZZO17°30°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 15 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Modena, assalto a un portavalori sull'A1: chiodi e spari

Sport martedì 11 maggio 2021 ore 19:15

Amaranto, la società pronta al riscatto

Ribadito l'impegno da parte degli azionisti di maggioranza. Entro pochi giorni verranno svelati i programmi per il futuro



AREZZO — Nasce l'Arezzo del futuro. Sì, perché la programmazione sta alla base di ogni progetto e questo a prescindere dalla categoria dove si compete. Ieri c'è stato l'incontro tra gli azionisti dell'Arezzo e la proprietà ha ribadito l'interesse e la volontà a proseguire in amaranto. Una buona notizia che però deve essere suffragata anche da fatti concreti e soprattutto dalle idee chiare

La Società Sportiva Arezzo rende noto che già nei prossimi giorni verrà indicata la strada che intende intraprendere.

A tal proposito, si legge nella nota diramata, "la dirigenza ringrazia Orgoglio Amaranto per l'incontro e in cui sono stati formulati, da parte del comitato, alcuni spunti operativi e proposte reali e concrete. Nessuna promessa, ma la condivisione di un'agenda di lavoro seria e fondata, che vede, in cima alla lista delle priorità, il ripescaggio. Un obiettivo per cui lavorare, non un punto di partenza per ricostruire o progettare, ma un punto a cui arrivare preparati e con una impostazione societaria diversa e più cosciente della realtà del territorio e della sua gente.
Un'agenda che vede chiaramente la formazione di una prima squadra assolutamente competitiva e pronta a fare la differenza in qualunque categoria approderà. Che sia di esempio di forza e di sprone per il settore giovanile che vedrà un incremento degli investimenti nelle strutture e nelle persone e soprattutto per la neo nata Scuola Calcio.
Progetti che vedranno stringersi sempre più i rapporti con le istituzioni, il territorio e gli attori che lo animano, referenti indispensabili per dimenticare questo brutto momento e far rinascere l'entusiasmo per la squadra".

Queste le parole della dirigenza che lasciano ben sperare. Sicuramente infondono tranquillità a tutto l'ambiente e al popolo amaranto.  Questa società è venuta ad Arezzo alla vigilia del campionato, ha sbagliato tanto ed ha pagato a caro prezzo, sia in termini economici che sportivi, i propri errori. L'entusiasmo messo dalla famiglia Manzo è qualcosa di straordinario e che deve essere necessariamente preservato. La speranza è che quest'anno la proprietà investa sulla spina dorsale. In quel settore strategico che non scende in campo ma che pianifica, programma, decide una linea ed interviene all'occorrenza. E' palese e alla luce del sole come  sia mancata una dirigenza all'altezza degli investimenti profusi dalla società. Questo è il tassello mancante ed è il primo che deve essere messo per rendere l'Arezzo una compagine forte, solida e rispettata da tutto il mondo del calcio, a prescindere dalla categoria.  

La delusione del popolo amaranto per la retrocessione è tanta, inutile negarlo. Ma dalle cadute si impara sempre qualcosa. Avere alle spalle una società forte, ambiziosa, capace di far tesoro degli errori commessi per risalire la china è motivo di orgoglio per tutti i tifosi che, smaltita la "batosta" e soprattuto liberi di tornare allo stadio, continueranno ad inneggiare a questi colori, esaltando chi vuol bene all'Arezzo.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel capoluogo dopo mesi nessun positivo rilevato. Contagiati al minimo, ma stesso numero di tamponi di ieri. I malati odierni tutti in Valdichiana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità