Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:AREZZO16°32°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La delusione produce estremismo. Quindi, attenzione

Sport mercoledì 23 dicembre 2020 ore 16:25

Amaranto, un pari che dà morale e poco più

L'Arezzo pareggia una brutta partita giocata contro il Legnago. L'arbitro si traverste da Babbo Natale e regala un penalty al Cavallino



AREZZO — Una delle più brutte partite disputate dall'Arezzo. Per fortuna che è stata l'ultima gara giocata in questo 2020 da dimenticare.

Gli Amaranto non sono mai stati incisivi ed hanno commesso una serie di errori banali. Il primo tiro verso lo specchio della porta lo "scocca" Cutolo nei primi minuto del secondo tempo. Roba mai vista prima.

Anche il solito Arini, uno dei migliori fino ad ora, oggi è stato completamente assente, anzi. da un suo disimpegno sbagliato è nato il vantaggio degli ospiti.

L'Arezzo entra in campo solo al 70'. Venti minuti di vero e costante forcing offensivo con il Legnago, obiettivamente squadrettina, alle corte e chiuso dentro la propria area di rigore.

Poi al 88' il regalo che non ti aspetti. Ennesimo traversone dell'Arezzo e Foglia anticipa il suo diretto avversario e colpendo malamente di testa prima di finire a terra. Per l'arbitro è rigore. Cutolo ringrazia e dopo essersi posizionato il pallone dal dischetto spiazza il portiere veneto per l'1-1 finale.

Risultato giusto per quanto visto in campo, ma che occasione sprecata. Sì perché il Legnago ha 17 punti in classifica e queste sono partite che devono essere vinte per sperare di risalire la china.
Un punto conquistato non fa classifica ma può fare morale.
Adesso ci saranno tre settimane di stop prima di tornare in campo. Un tempo utile a mister Camplone ad allenare, veramente, questa squadra che fino ad ora ha solo giocato partite. 

A livello individuale l'Arezzo non è la peggiore rosa del campionato ma la condizione atletica dei calciatori e la poca lucidità di manovra sono sconfortanti.

La squadra vista oggi al Comunale, almeno per 70', è stata palesemente "imbarazzante". Non ci sono schemi, se non il noioso e poco produttivi giro palla. Mancano soluzioni in avanti, non viene quasi mai saltato l'uomo e c'è poco mordente.
Venti giorni per plasmare una rosa e renderla una squadra. Questo il tempo a mister Camplone per far tornare a galoppare il Cavallino che, da gennaio, non avrà più attenuanti ma dovrà solo fare tanti punti per conquistare la salvezza.

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Mister Camplone al termine di Arezzo-Legnago 1-1
Nicolò Cherubin al termine di Arezzo-Legnago 1-1
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno