comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:04 METEO:AREZZO-0°8°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 26 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte si dimette, da sconosciuto a premier: il blob dei suoi 30 mesi a Palazzo Chigi

Sport mercoledì 13 gennaio 2021 ore 17:25

​Filippo Gilli in prestito al Bisceglie

Il terzino classe 2000 era arrivato nel calciomercato estivo ma sia Potenza che Camplone non lo hanno mai impiegato, ritroverà Loliva



AREZZO — Continuano i movimenti di mercato in casa amaranto. Ai tanti nuovi innesti di questa prima parte di gennaio, non hanno finora fatto da contraltare le molte cessioni necessarie per ridurre il numero di giocatori in rosa e lasciare a mister Camplone solo quelli necessari per l'obiettivo stagionale: la salvezza. De Vito e Muzzi, in conferenza stampa, hanno parlato chiaramente di almeno una quindicina di esuberi da concretizzare, ma fino ad ora avevano lasciato la maglia amaranto solo Foglia, andato in prestito al Lecco, Merola, rientrato all'Empoli che l'aveva prestato all'Arezzo e Loliva, ceduto a titolo definitivo al Bisceglie.

E proprio con il Bisceglie è stata conclusa un'altra trattativa, sempre in uscita: Filippo Gilli giocherà fino in al termine della stagione in Puglia, dove l'Arezzo lo ha mandato in prestito. Il terzino destro, classe 2000, era arrivato in città quando alla guida della squadra c'era Alessandro Potenza, durante il calciomercato estivo. Nel corso della prima parte di stagione non hai mai trovato spazio, nemmeno quando alla guida tecnica è subentrato Andrea Camplone. L'unica sua presenza in amaranto sono stati i 45 minuti giocati in Tim Cup a Cremona, quando l'Arezzo venne eliminato da un secco 4-0 dei grigiorossi.

Intanto la squadra sta preparando il prossimo impegno: sabato alle 15, fra le mura amiche del “Città di Arezzo”, gli amaranto affronteranno infatti il Cesena di William Viali. Mister Camplone sta lavorando su ritmo, intensità, possesso palla e costruzione del gioco per andare a segnare i gol che l'Arezzo ha trovato con il contagocce fino a qui. Se fino ad ora è stata ottenuta solo una vittoria, il problema non può essere solo del reparto difensivo che ha subito troppe reti. Per vincere le partite bisogna segnare, e finora gli amaranto hanno segnato con il contagocce, spesso rincorrendo gli avversari e finendo le gare in crescendo.

Ovviamente, dato che è stato annunciato da Muzzi e De Vito in primis e confermato poi dal tecnico, è atteso l'arrivo di un'altra prima punta. La scorsa settimana è arrivato ad Arezzo Carletti, appena uscito dal Covid e quindi non ancora in perfette condizioni fisiche. Ma non è solo per questo che ogni giorno stanno venendo fuori nuovi nomi di attaccanti: sono stati proprio i massimi responsabili dell'area tecnica a parlare di due acquisti per il reparto avanzato, perché oltre a dare più peso specifico offensivo, c'è anche da sostituire Pesenti, gravemente infortunato e probabilmente out fino al termine della stagione. Questa mattina è venuto fuori il nome caldo di Cedric Gondo, di proprietà della Lazio ma al momento alla Salernitana. E' di poco fa una indiscrezione che darebbe invece per quasi conclusa la trattativa con un altro dei profili possibili, quello di Leonardo Pérez. Classe '89, attualmente della Virtus Francavilla, è un centravanti strutturato ed esperto, che vanta oltre 150 partite in C e 90 in B, con un bottino di 92 reti messe a segno. Potrebbe essere lui il centravanti dell'Arezzo per la caccia alla salvezza.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Cronaca