Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:32 METEO:AREZZO18°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 12 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Con Trump addio Ucraina
Con Trump addio Ucraina

Attualità giovedì 22 luglio 2021 ore 19:30

Hospice, 2 anni ad Agazzi e poi la nuova struttura

Lo assicura il direttore generale della Asl Antonio D'Urso. Dal 9 agosto l'"ultimo trasloco" in attesa della sede definitiva al Pionta



AREZZO — Dopo mesi di silenzi, durante i quali la politica cittadina ha detto di tutto e anche di più, Antonio D'Urso torna a parlare di Hospice e lo fa con le carte in mano.

Sì perché il direttore generale della Asl ha appena siglato l'accordo con l'Istituto di riabilitazione "Madre della Divina Provvidenza" per l'ultimo trasferimento delle cure palliative, prima della realizzazione della nuova sede al Pionta.

L'accordo stilato da D'Urso prevede che l'Hospice resterà presso la struttura di Agazzi per due anni a partire dal 9 agosto.
"E' la soluzione immediata mentre stiamo mandando avanti le procedure per la realizzazione della nuova struttura nell'area del Pionta. Ad Agazzi saranno disponibili 8 camere, un numero capace di rispondere dalla domanda di questo particolare e delicato servizio" - afferma il direttore generale Asl Tse.

L'Istituto Madre della Divina Provvidenza di Arezzo è l'unica struttura presente nella Zona-Distretto Aretina, Casentino, Valtiberina che risulta in possesso di autorizzazione/accreditamento quale struttura di riabilitazione funzionale per soggetti portatori di disabilità fisica, psichica e sensoriale in regime residenziale.

In base all'accordo, la Asl Tse garantirà medici e infermieri, farmaci, preparazioni nutrizionali, materiali di consumo e dispositivi di protezione individuale. L'Istituto Madre della Divina Provvidenza metterà a disposizione 8 camere con degenza singola, impianti, attrezzature, la figura dell’operatore socio sanitario, la disponibilità di servizi alberghieri (mensa, pulizie, ...) e di supporto (acqua, luce, riscaldamento, smaltimento rifiuti), i materiali di consumo per concentratori/bombole ossigeno e aspiratori.

"La soluzione di Agazzi - conclude il Direttore D'Urso - garantisce, senza soluzione di continuità, l'attività dell'hospice che non si è mai interrotta nonostante le necessità di trasferimento, determinata dall'emergenza Covid, dalla palazzina Calcit nell'area del San Donato. Adesso l'Hospice continuerà a garantire le prestazioni ad Agazzi in attesa della definizione del progetto definitivo e della conseguente realizzazione della nuova struttura nella parte dell'area Pionta di proprietà Asl".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno