Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:26 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Joe Biden: «Donald Trump è un dittatore, vuole vendetta»

Attualità venerdì 11 dicembre 2020 ore 08:30

La storia del Saracino in modalità 2.0

La ricerca storica, che si avvale del QR Code, è opera del giornalista aretino Saverio Crestini, grande appassionato di Giostra



AREZZO — Nelle librerie aretine si può trovare la seconda edizione della ricerca storica sulla Giostra edita da Settore8 e condotta da Saverio Crestini, giornalista aretino e nipote di Carlo Dissennati. 

L’opera, che ripercorre la storia del Saracino partendo dalle origini, si avvale della tecnologia grazie all'utilizzo di QR Code che danno vita nello smartphone a immagini video dell'Istituto Luce Cinecittà e Rai Storia. Le copie sono disponibili in libreria, edicola o direttamente per mano dell’autore scrivendo su Whatsapp al 338 6496831.

Tradizioni secolari che infiammano gli animi, storie di uomini e cavalieri, immagini in bianco e nero che si fondono con gli aneddoti più belli di una città devota al Medioevo. È il cuore di “Arezzo 1931 - La Rinascita del Saracino”, il libro di Saverio Crestini che torna alla luce in versione 2.0 grazie a dei nuovi contenuti interattivi generati tramite QR Code.

Edita da Settore8 e stampata dalla tipografia La Zecca di Levane, la seconda edizione propone ai lettori video inediti sulla Giostra del Saracino tratti dai canali web più illustri come l’Istituto Luce Cinecittà e Rai Storia, che appariranno direttamente sullo schermo del proprio smartphone con dei semplici passaggi. L'opera di Crestini, 164 pagine divise in quattro capitoli, è un tuffo nell’Arezzo degli anni Trenta che riscopre il culto del Medioevo grazie alla passione del Podestà Pier Ludovico Occhini e agli intellettuali della Brigata Aretina Amici dei Monumenti: è in questo momento storico che avviene il ripristino del centro storico aretino e la rinascita della Giostra insieme ai suoi antichi Quartieri, assoluti protagonisti del torneamento a partire dal 7 agosto 1931.

“Il 2020 ha segnato profondamente le nostre vite, soprattutto nel male, e stravolto le più care abitudini di ognuno di noi – spiega l’autore Saverio Crestini - Persino il rito secolare della Giostra ha deposto le armi in difesa dei suoi popoli, annullando le carriere di San Donato e della Madonna del Conforto che non subivano una battuta d'arresto dal 10 giugno 1940. La "rinascita" di questo libro, a tutti gli effetti, rappresenta un messaggio di speranza, perché ognuno di noi possa tornare a stringersi forte sotto il cielo di piazza Grande”.

“Arezzo 1931 – La Rinascita del Saracino” si trova nelle librerie Il Viaggiatore Immaginario (Arezzo), Edison Book Store Arezzo, laFeltrinelli Point Arezzo, Mondadori Bookstore Arezzo, Alter Libro Arezzo e nelle edicole aretine di Corinna Dalla Noce (piazza Giotto), Laura Scartoni (Trento Trieste), Piero Scartoni (piazza San Jacopo), Mario Ceccherini (presso Bar Gallini), Cristian Gallorini (fuori porta San Lorentino) e Barbara Burroni (zona San Clemente). Il libro può essere acquistato anche dall’autore, prenotando una copia su Whatsapp al numero 338 6496831.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno