comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 18°24° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 22 settembre 2020
Giani
863.611
 
48.62%
Ceccardi
718.605
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.667
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Elezioni Puglia, Emiliano festeggia la vittoria mangiando un panzerotto

Attualità giovedì 17 settembre 2020 ore 07:00

Mercato del lavoro messo "in ginocchio" dal Covid

Avviamenti dimezzati rispetto allo scorso anno. La spuntano ancora i contratti determinati ma registrano un -48%



AREZZO — Mercato del lavoro messo ko dalla pandemia, nel secondo trimestre di quest'anno, ancor più che nei tre mesi precedenti. Lo dicono i dati che fornisce la Camera di Commercio.

Anche la tendenza, relativa a tutto il Paese, registra una forte diminuzione delle ore lavorate quale diretta conseguenza di una eccezionale caduta dell’attività economica, che si è tradotta in una flessione del PIL nel secondo trimestre pari al 12,8%, in termini congiunturali, e al 17,7% in termini tendenziali.

Le ricadute negative registrate a livello nazionale - spiega il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo-Siena Massimo Guasconi - sono state rilevanti anche per la provincia di Arezzo e i dati del Sistema Informativo del Lavoro della Regione Toscana ci permettono di quantificarne le conseguenze sul mercato del lavoro provinciale".

Ed ecco che Guasconi snocciola i numeri: "partendo dal lato della domanda, nel secondo trimestre gli avviamenti al lavoro si sono praticamente dimezzati rispetto allo scorso anno (-48,7%). Già nel primo trimestre, però, si erano palesate le prime difficoltà che avevano portato ad una diminuzione delle assunzioni dell’11,8%. Il dato complessivo dei primi sei mesi dell’anno mostra quindi una flessione del 28,6%. La sospensione di buona parte delle attività ha frenato le assunzioni sia per quanto riguarda le posizioni lavorative “stabili” che per quelle flessibili o stagionali. Non tutti i settori sono stati colpiti in egual misura: le diminuzioni più rilevanti si sono verificate nel manifatturiero (-68,8%) e negli alberghi-ristoranti (-60,9%), mentre minori sono state le ricadute per l’agricoltura (-22,5%)".

Avviamenti al lavoro per settore economico - provincia di Arezzo

1° trim. 2020 Var. % 2° trim. 2020 Var. % 1° sem 2020 Var. %
Agricoltura 3.813 -7,0% 1.227 22,5% 5.040 -11,3%
Manifatturiero 2.483 -33,5% 990 68,8% 3.473 -49,7%
Costruzioni 622 -19,9% 449 40,1% 1.071 -29,8%
Commercio 1.062 -9,6% 663 42,7% 1.725 -26,0%
Trasporto e magazz. 305 -26,0% 178 46,1% 483 -34,9%
Alberghi e ristoranti 1.198 -18,0% 825 60,9% 2.023 -43,3%
PA, Istruzione, Sanità 1.824 4,5% 757 43,0% 2.581 -16,0%
Servizi alle imprese 1.076 2,3% 634 48,6% 1.710 -25,2%
Altro 2.067 7,2% 1.337 36,1% 3.404 -15,4%
Totale 14.450 -11,8% 7.060 48,7% 21.510 -28,6%

Avviamenti al lavoro per tipo di contratto - provincia di Arezzo

1° trim. 2020 Var. % 2° trim. 2020 Var. % 1° sem 2020 Var. %
Lavoro a tempo indeterminato 1.852 -10,1% 796 -50,0% 2.648 -27,5%
Contratto a tempo determinato 8.483 -13,1% 3.857 -48,0% 12.340 -28,2%
Somministrazione 1.198 -10,9% 671 -52,9% 1.869 -32,6%
Contratto a progetto/co.co.co 251 2,4% 148 -7,5% 399 -1,5%
Tirocinio 260 -11,3% 75 -79,9% 335 -49,8%
Apprendistato 652 -29,4% 227 -72,5% 879 -49,7%
Lavoro domestico 1.017 20,4% 799 -1,8% 1.816 9,5%
Lavoro intermittente 579 -16,0% 441 -54,8% 1.020 -38,7%
Altre forme 158 -28,8% 46 -72,9% 204 -48,0%
Totale 14.450 -11,8% 7.060 -48,7% 21.510 -28,6%

“Per quanto riguarda le tipologie di contratti utilizzati nelle assunzioni - prosegue ancora Guasconi - i più gettonati restano quelli a tempo determinato che diminuiscono del 48% rispetto al secondo trimestre del 2019. Particolarmente penalizzati il tirocinio (-79,9%) e l’apprendistato (-72,5%), mentre sono state piuttosto limitate le conseguenze per contratti a progetto/co.co.co. (-7,5%) e lavoro domestico (-1,8%). Per quanto riguarda i contratti a tempo indeterminato, infine, ne sono stati sottoscritti esattamente la metà rispetto ad un anno fa. A livello territoriale, tutte le aree presentano pesanti flessioni per le assunzioni registrate presso i Centri Provinciali per l’Impiego: l’area più colpita è comunque il Valdarno che nel secondo trimestre presenta una contrazione del 53,7% rispetto al 2019. La più contenuta, pur rimanendo sempre molto elevata, è quella registrata in Valtiberina (-37,9%). Per capire meglio l’evoluzione della dinamica occupazionale dovremo necessariamente attendere i dati definitivi dei prossimi due trimestri: sarà infatti l’autunno il vero banco di prova per le prospettive di recupero e di ripresa del sistema economico e soprattutto del mercato del lavoro. Ma già alcune anticipazioni possono essere colte nelle analisi previsionali contenute nel nostro rapporto Excelsior”.

Avviamenti al lavoro per CPI - provincia di Arezzo

1° trim. 2020 Var. % 2° trim. 2020 Var. % 1° sem. 2020 Var. %
Area aretina 5.871 -3,5% 2.860 -48,9% 8.731 -25,3%
Casentino 1.131 -17,5% 735 -44,1% 1.866 -30,5%
Valdarno 3.499 -21,1% 1.569 -53,7% 5.068 -35,2%
Valdichiana 2.574 -11,6% 1.154 -49,0% 3.728 -28,0%
Valtiberina 1.375 -13,1% 742 -37,9% 2.117 -23,8%
Provincia 14.450 -11,8% 7.060 -48,7% 21.510 -28,6%

Il report trimestrale Excelsior – prosegue il segretario generale Marco Randellini - prevede, per il periodo settembre -novembre 2020, 4.400 entrate programmate. Rispetto allo stesso periodo del 2019 la contrazione, -14,6%, è meno rilevante del trimestre precedente (-45%). In particolare, nel mese di settembre sono state previste 1.480 assunzioni (contro le quasi 1.790 del settembre 2019). Si tratta per il 29%, di assunzioni con contratto a tempo indeterminato (erano il 21% un anno fa) mentre il restante 71 % è con contratti a termine. Le imprese che prevedono assunzioni sono pari al 10% del totale (erano il 12% nel 2019). Le entrate previste si concentreranno nel 69 % dei casi nelle imprese con meno di 50 dipendenti e nei settori “altre industrie” (che comprende il settore dell’oreficeria) “i servizi alle persone” e il “commercio”. Per quanto concerne le difficoltà di reperimento, queste riguardano complessivamente il 35% delle assunzioni (in aumento di 2 punti percentuali rispetto al 2019), ma per alcune figure professionali il mismatch diventa molto più importante e supera spesso la metà di quelle previste. Questo vale soprattutto per la ricerca degli operai specializzati nell’edilizia e nella manutenzione degli edifici e degli operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche. Per una quota pari al 33% le assunzioni interesseranno giovani con meno di 30 anni ed una quota del 9 % sarà destinata a personale laureato”.

Anche questo Rapporto Excelsior, come il precedente, - conclude Randellini- contiene un approfondimento sulla tenuta del tessuto imprenditoriale dopo l’ emergenza Covid 19.La rilevazione, compiuta a cavallo tra il luglio e l’agosto, evidenzia come il 35,8% delle imprese aretine abbia un’attività a regimi simili a quelli pre-emergenza. E’ una dato che ovviamente varia molto a seconda del settore interpellato: più negativo per le industrie tessili e per le imprese del settore turistico, dove solo rispettivamente il 10,7% ed il 14,4% hanno avuto un recupero totale delle attività; molto più positivo per le aziende dei servizi informatici, per l’intero settore delle costruzioni e per le industrie meccaniche dove rispettivamente il 61,3%, il 51,6 ed il 48,5 hanno ripreso totalmente ed in alcuni casi aumentato la propria attività. L’incertezza sulla ripresa economica continuerà comunque per tutto il 2020: il 71% delle imprese del nostro territorio prevedono infatti una ripresa complessiva dell’economia italiana solo nel primo semestre 2021.

Un incertezza che è sicuramente alimentata, in un territorio ad alta vocazione all’export come quello aretino, dalla debolezza della domanda proveniente dai mercati internazionali che penalizza negativamente anche le prospettive occupazionali.” 



Tag

Comunali 2020

Arezzo Sez. 44 su 97

FARSETTI

296

 

1,37%

BOTTAI

221

 

1,02%

FACCHINETTI

168

 

0,78%

RALLI

7585

 

34,99%

BUTALI

416

 

1,92%

GHINELLI

10310

 

47,57%

DONATI

1865

 

8,60%

MENCHETTI

814

 

3,76%

 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Sport

Attualità