Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:41 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 04 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La motovedetta libica fa una manovra violenta e i migranti cadono in acqua

Attualità martedì 14 settembre 2021 ore 10:30

"Nella scuola si possa recuperare quanto perduto"

Alla vigilia della riapertura il Provveditore Roberto Curtolo è fiducioso. E ritiene che dalla pandemia qualcosa di positivo ne sia comunque uscito



AREZZO — Ormai ci siamo. Domani suona la prima campanella. E l'obiettivo del Provveditore, Roberto Curtolo, come ha ribadito più volte, è di una scuola in presenza, dopo il tormento dello scorso anno causato dalla pandemia. Nel rispetto, ovviamente, di tutte le misure anti contagio, recentemente aggiornate.

L'esperienza della didattica a distanza non è stata facile. "Gli effetti si sono visti anche nei risultati delle prove Invalsi" ha precisato ancora il Dirigente provinciale nella lunga intervista che ci ha concesso alla vigilia del ritorno sui banchi. E deve rappresentare, insiste, l'estrema ratio, considerata anche la diffusione dei vaccini, ma l'integrazione della lezione frontale con altre metodologie, connesse pure alle nuove frontiere tecnologiche, è comunque un aspetto positivo scaturito dalla totale negatività del Covid. 

Curtolo, infatti, sottolinea ed apprezza l'impegno di educatori e docenti che hanno voluto aggiornarsi con impegno e costanza, mettendosi al passo con i tempi. Un ringraziamento che si estende anche al lavoro fatto nel duro periodo delle chiusure per non fermare la scuola, nonostante tutto.

Intanto, per il primo giorno è stato annunciato uno sciopero contro il Green Pass. Il Governo ha stabilito che chiunque acceda agli Istituti, esclusi gli studenti, deve possedere la certificazione verde. In merito, il Provveditore spiega che in Toscana, all'ultimo controllo, risultavano 15 docenti senza certificato vaccinale. Percentuali comunque, se fossero anche relative ad Arezzo, "sono esigue e non significative". Mentre i controlli stanno andando avanti.

Quindi, da Curtolo l'augurio per l'anno scolastico alle porte è che si possa recuperare la socialità e tornare alla cosiddetta normalità. Recuperare, insomma, quanto perduto. Nella speranza che la parentesi del Covid possa essere superata quanto prima.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Il Provveditore Roberto Curtolo sull'inizio della scuola
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno