Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Parkinson e cecità, mi lasciate in pace almeno quel giorno?»: il videomessaggio di Mollica e la reazione commossa degli amici vip

Attualità giovedì 14 maggio 2020 ore 15:47

Pendolari, ristoro dell'abbonamento di treni e bus

Vincenzo Ceccarelli

Concessa la proroga sulla validità per il periodo in cui l'utente non ha potuto utilizzare i mezzi pubblici a causa dell'emergenza sanitaria



AREZZO — Gli utenti che non hanno potuto usufruire del trasporto pubblico a causa dell'emergenza sanitaria vedranno non perderanno i soldi dell'abbonamento mensile o annuale.

Verrà, infatti, prorogata la durata dell'abbonamento per un periodo pari a quello in cui non hanno potuto usufruire dei servizi pubblici.

Lo annuncia l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli dopo che la Toscana si era fatta promotrice, in accordo con le altre Regioni, di un’iniziativa in questo senso presso il governo nazionale.

Siamo felici di poter constatare e dire che il lavoro fatto ha prodotto il risultato sperato" – ha commentato Ceccarelli 

Il tema sul tavolo era quello complesso dei mancati ricavi delle aziende di Trasporto pubblico, che in questo periodo di Covid hanno visto il crollo del 90 per cento della bigliettazione, situazione a fronte della quale il Governo ha deciso di istituire Fondo con un finanziamento iniziale di 500 milioni a livello nazionale proprio per reintegrare le aziende colpite dai mancati ricavi e ristorare gli abbonati.

"Confidiamo che questa dotazione iniziale - ha concluso Ceccarelli - sia successivamente rifinanziata, perché non è difficile prevedere che il calo dei ricavi si protrarrà anche nei prossimi mesi. La Regione Toscana da parte sua, insieme agli enti locali, per mantenere vivo il Trasporto pubblico locale continuerà a versare il corrispettivo dovuto, come fissato anche nella legge di conversione del Decreto Cura Italia, in modo tale da consentire alle aziende di superare questo periodo così critico e offrire ai cittadini il livello di servizio atteso”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno