Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:39 METEO:AREZZO21°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti

Politica venerdì 01 aprile 2022 ore 09:30

Attacco su Ponte Buriano, la maggioranza replica

Presa di posizione della componente di centrodestra e civica a sostegno di Chiassai contro le critiche avanzate dall'opposizione di centrosinistra



AREZZO — "Sono la bellezza di oltre 70 anni che questa Provincia è amministrata dai soliti noti che non hanno combinato un bel niente per mettere in sicurezza lo storico Ponte Buriano, manufatto di ineguagliabile bellezza architettonica e artistica". Così la maggioranza in Consiglio provinciale replica alla presa di posizione assunta dall'opposizione nei giorni scorsi.

"Quando nel 2018 la presidente Silvia Chiassai Martini è giunta alla guida della Provincia - forse gli attuali consiglieri del Pd non lo sanno o non glielo hanno raccontato – ma i cittadini e le imprese erano esasperati per la chiusura del ponte che li costringeva a percorrere decine di chilometri in più con ripercussioni sull’economia del territorio a cui a nessuno interessava. Solo questa presidenza si è fatta carico di questo storico problema, riuscendo con grande sforzo ed impegno, a reperire 14 milioni di euro durante il primo Governo Conte.
Purtroppo il loro ministro per il Sud e la coesione sociale, Giuseppe Provenzano, nel secondo Governo Conte, ha ritenuto che non fosse importante intervenire ed ha tolto i fondi per il nuovo ponte. Poi stranamente, in occasione della campagna elettorale per le regionali è addirittura venuto a Ponte Buriano dichiarando, improvvisamente, di voler risolvere questa annosa situazione, cambiando miracolosamente idea e promettendo i soldi. Naturalmente sono state parole di propaganda poiché delle risorse non abbiamo saputo più nulla" prosegue la nota.

"La realtà è che il Pd non si capacita ancora del fatto che una presidente, sostenuta da una maggioranza civica e di centrodestra, stia riuscendo proprio dove i loro presidenti che hanno governato per decenni, Vincenzo Ceccarelli e Roberto Vasai, abbiano clamorosamente fallito. Il ponte provvisorio verrà realizzato a metà del 2023, opera già della prima ora, ma il Pd distratto tira fuori ipotesi di anni fa scartate, addirittura prima che ottenessimo i fondi, giusto per sottolineare quanto siano preparati in materia .
Abbiamo fatto richiesta scritta alla Regione Toscana, perché preveda i finanziamenti mancanti nei fondi FSC di loro competenza e siamo certi che i dirigenti del Pp provinciale si faranno parte attiva e diligente. Nel caso non ce la dovessero fare, la presidente Chiassai Martini ha già rivolto istanza di intervento anche all'attuale ministro Mara Carfagna, che sicuramente sarà sensibile al tema".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno