Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:29 METEO:AREZZO13°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
California, lo spettacolo degli arcobaleni lunari tra le cascate dello Yosemite

Politica domenica 16 agosto 2020 ore 11:32

"Rivedere la decisione di abbattere gli alberi"

E' l'auspicio di Marco Donati che interviene in merito alla protesta che si sta alzando in città. "Sforato spesso il livello delle polveri sottili"



AREZZO — E' polemica in città per la decisione di abbattere alcuni alberi di fronte alla stazione.

La protesta sta montando nei Social e anche la politica interviene. La fa Marco Donati, che prende come riferimento la qualità dell'aria in centro.

Già nei primi giorni di gennaio di quest’anno, la centralina di rilevazione delle polveri sottili di piazza della Repubblica aveva rilevato numerosi sforamenti nel livello delle polveri sottili: le Pm10. – dichiara Donati - Una situazione non nuova, purtroppo. I numeri che riportano i sistemi Arpat non sono certo lusinghieri, considerando che viviamo in una città piccola ma con livelli di congestionamento dell’aria tutt’altro che positivi”.

Cosa fare quindi?Dobbiamo promuovere iniziative utili a rendere Arezzo una smart city, un esempio di città intelligente e sostenibile, con l’aiuto di soluzioni innovative e tecnologiche integrate. Dobbiamo ripensare lo spazio urbano in un’ottica sostenibile, dal punto di vista energetico ed ambientale, decongestionando il centro, promuovendo una mobilità sostenibile attraverso incentivi all'uso di mezzi pubblici e biciclette, potenziando il servizio di bike sharing e favorendo l’uso di mezzi elettrici o ibridi”.

La presenza delle polveri sottili in città ha raggiunto, nei mesi passati, valori di gran lunga superiori al limite di legge. "Questo rappresenta un fattore pericoloso per la salute dei nostri cittadini - continua Donati - Servono azioni e iniziative che favoriscano l’utilizzo di mezzi alternativi all’auto privata per contrastare il congestionamento del traffico e ridurre le emissioni inquinanti. Serve una strategia complessiva che agisca in maniera integrata sui diversi aspetti della mobilità attraverso la creazione di una rete continua di piste ciclabili. Non possiamo più permetterci un reticolo di piste frammentato e con numerose interruzioni”.

Rispetto alla recente polemica sul taglio degli alberi, Donati afferma: “Di certo continuare a eliminare gli alberi del centro città non aiuta ad avere un’aria più respirabile e pulita. Spero si possa ripensare questa decisione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno