Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Atleta iraniano di MMA prende a calci ragazza che non indossa il velo

Attualità giovedì 26 maggio 2016 ore 15:52

Segnaletica e cartelloni per rilanciare la Fiera

Progetto sviluppato da IED Firenze e We!52100 Coworking, con Comune e Confcommercio. Comanducci: "Obiettivo: studiare una strategia di comunicazione"



AREZZO — Un progetto a 360 gradi per lo sviluppo del brand Fiera Antiquaria, il rilancio della sua immagine a livello nazionale e internazionale, la creazione di eventi collaterali che la valorizzino. Il tutto, partendo dai punti di forza della manifestazione: storia, tradizione, qualità, numero e varietà degli espositori. È quanto sviluppato da IED Firenze e We!52100 Coworking in collaborazione con Comune di Arezzo e Confcommercio Arezzo.

Nello specifico, studenti e docenti IED (Istituto Europeo di Design) hanno previsto di sviluppare sistemi segnaletici ed espositivi e cartellonistica per la Fiera Antiquaria, tenendo in considerazione i seguenti aspetti: sistema fiera e spazio urbano, sistema segnaletico sia in scala urbana che in prossimità dei banchi, strategie di re-design del sistema banco, brand design della Fiera.

L’assessore Marcello Comanducci: “Stiamo lavorando per migliorare questo patrimonio importante e con una tradizione oramai ultra-decennale, cercando di fornire anche una visione nuova dell’evento. Lo IED ha proposto la creazione di un focus specifico sulla Fiera Antiquaria, su cui sviluppare lavoro e progettualità e il Comune di Arezzo ha accettato. Il risultato sarà una raccolta di idee con l’obiettivo di studiare una strategia di comunicazione che utilizzi ogni mezzo per il rilancio complessivo dell’evento. Visto il successo dell’iniziativa, siamo pronti ad accogliere, anche in altri ambiti, idee provenienti dalle scuole aretine”.

Il direttore di IED Alessandro Colombo e il coordinatore didattico Gabriele Goretti: “Grafica e design in funzione del patrimonio storico. I ragazzi sono partiti dallo studio cromatico sull'araldica delle casate, per dare colore giusto alle creazioni, dalla geometria e da altri spunti, come la moda che ci pare un punto di vista interessante in termini di appeal della segnaletica. Quest'ultima è comunque concepita in forme leggere, non impattanti per i monimenti. Non è mancato infine uno studio sul legno dei totem. Raramente troviamo nelle istituzioni questa curiosità. Solo permettendo agli studenti di confrontarsi, per fare ricerca, con le istituzioni è il modo migliore per fare di un giovane creativo un creativo professionista”. IED ha 50 anni e ha sedi in tutto il mondo, da Firenze a Rio de Janeiro.

Gianluca Rosai di Confcommercio Arezzo: “Il progetto coniuga Fiera, storia e tradizione aretina, e talento dei giovani: un mix grazie al quale possiamo valorizzare il centro storico in funzione commerciale e turistica”.

Paco Mengozzi e Andrea Trojanis di We!52100 Coworking: “Quattro team di ragazzi, che hanno voluto chiamarsi con i nomi dei quartieri della Giostra, hanno lavorato per fare proposte giovani pronte a sviluppare un progetto complessivo che metteranno a disposizione dell'amministrazione. Contiamo di farlo in occasione della Fiera di giugno”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno