Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:AREZZO15°32°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 06 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccini, Speranza: «Unico strumento per chiudere questa stagione difficile»

STOP DEGRADO martedì 18 maggio 2021 ore 12:15

Le pessime condizioni del sottopasso del Giotto

Le scritte vandaliche ricoprono ormai tutte le pareti. Le mattonelle della pavimentazione sono praticamente tutte rotte ed estremamente pericolose



AREZZO — Il sottopasso del Parco Giotto è un percorso estremamente comodo. Consente infatti di transitare in sicurezza, a piedi o in bici, dal polmone verde nel centro cittadino a via Roma o alla zona del parcheggio Eden, al centro in pratica.

Ma le sue condizioni sono pessime, come quelle del sottopasso di via Trasimeno o via Arno che abbiamo già avuto modo di documentare.

Oltre alle scritte vandaliche sulle pareti, che ormai si sovrappongono le une sulle altre senza tregua e non c'è ripulitura che tenga (dopo qualche giorno i muri vengono ridotti peggio di prima), le scale e le passerelle sono in condizioni "drammatiche".

Le mattonelle della pavimentazione sono quasi tutte rotte e molto pericolose, soprattutto sugli scalini. Possono determinare cadute, ma anche ferite se ci si sbatte contro. 

E pensare che si tratta di un percorso come detto molto, molto utilizzato. Anche solo per il fatto che evita diversi attraversamenti in strade particolarmente trafficate. 

Infine, anche qui c'è sempre lo stesso problema: i pedoni che camminano sulle rampe dedicate alle bici, per evitare di fare le scale, ed incorrono quindi nel pericolo di essere travolti. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un'auto si è schiantata contro il rimorchio di un camion che stava uscendo da un'area di servizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

CORONAVIRUS

Sport