Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:39 METEO:AREZZO19°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti
Trump e quel «Combattete!»: il momento che cambia la campagna elettorale per tutti

Sport sabato 30 gennaio 2021 ore 14:55

​Stellone: “Rispetto per il Perugia, ma ci temano”

L'allenatore ha studiato il Perugia ed ha pronte le contromosse per cercare di fare risultato al 'Curi', derby sentito e vitale per la classifica



AREZZO — Al termine dell'allenamento di rifinitura, in gran parte accompagnato dai cori dei tanti tifosi che sono accorsi al “Città di Arezzo” per caricare la squadra in vista del derby, l'allenatore amaranto Roberto Stellone ha incontrato i giornalisti nella consueta conferenza stampa della vigilia. “Purtroppo non potranno venire allo stadio ed aiutarci come sanno fare, ma vogliamo ringraziare i ragazzi che sono venuti a spronarci e farci sentire il loro calore. Domani scenderemo in campo anche per loro, sperando di potergli regalare una gioia”. Alla gara del Curi mancano ormai poco meno di 24 ore e tutti gli ingranaggi sono oliati per andare a caccia di punti salvezza.

Il mister dovrà rinunciare a molti giocatori importanti: Perez e Cerci sono ancora infortunati, Carletti ha avuto un problema alla caviglia nell'allenamento di ieri e ci sono Sbraga, Cherubin e Arini squalificati. “Ho parlato con i ragazzi dopo le due espulsioni rimediate contro la Feralpisalò, sanno di aver commesso degli errori – ha commentato Stellone - Sbraga si è visto superato dal pallone e cercava di mascherarlo e disturbare l'avversario, ha avuto sfortuna e colpito la palla con la mano. Cherubin cercava il contatto con l'avversario su un corner, Miracoli è stato furbo ad abbassarsi e l'arbitro ha creduto che il nostro difensore l'avesse colpito”.

Analizzando l'avversario di domani, mister Stellone ha riconosciuto il valore del Perugia: “Noi dobbiamo temerli e rispettarli, ma lo stesso vale per loro. Sono una squadra importante che vuole fare risultato e guadagnare terreno su chi li precede, ma anche a noi servono punti. Dovremo reggere l'urto, soprattutto all'inizio, sapendo che abbiamo anche noi le nostre armi e intendiamo sfruttarle”. Più in generale, l'allenatore ha voluto analizzare l'andamento delle partite, tornando all'ultima sconfitta interna con la Feralpisalò: “Non succede praticamente mai in Serie C che qualcuno vinca il campionato ammazzando le partite per 80 minuti. Le gare vanno a folate. C'è sempre una fase in cui bisogna soffrire, come si hanno sempre momenti e occasioni per fare il proprio gioco. Non sempre i risultati rispecchiano l'andamento della gara, ed è quello che mi fa essere ottimista nonostante la sconfitta dell'ultimo turno. Ho visto una squadra che lotta e non si arrende, nemmeno quando siamo rimasti in 9 gli avversari ci hanno dominato e non ho visto quel tracollo che avremmo potuto aspettarci in un momento del genere”.

Il nostro primo obiettivo è lasciare l'ultimo posto – ha continuato Stellone, parlando del futuro a più ampio raggio – dobbiamo puntare solo al Ravenna adesso, che è la prima squadra che ci precede. Non importa quanto ci metteremo, conta non essere più ultimi. A quel punto potremo porci altri obiettivi e andare a recuperare altri punti e posizioni. Per la salvezza ci servono almeno 7 o 8 vittorie e a noi ora serve di trovare la prima, per dare sempre più certezze e migliorare non solo la classifica, ma anche il morale”.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Mister Stellone alla vigilia di Perugia-Arezzo
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno