Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:49 METEO:AREZZO14°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Dietro la «stanchezza» di Biden al G7

Politica mercoledì 30 settembre 2020 ore 11:27

​Ballottaggio, tutti i numeri e i rebus di Ralli

A tre giorni dal voto si delineano accordi ufficiali e ufficiosi per recuperare terreno su Ghinelli. L’incognita astensionismo e 5Stelle



AREZZO — I numeri sul tavolo del quartier generale di Luciano Ralli squadernano la situazione a tre giorni dal voto. Si parte da una cifra: cinquemila voti (35,09 per cento) che separano il candidato del centrosinistra da Alessandro Ghinelli (47,08 per cento) e dodici punti percentuali che marcano il divario. 

Ma lo stato dell’arte non sempre corrisponde a quello che potrebbe palesarsi in una partita a due, giocata su due fronti: da un lato l’appeal del candidato sindaco, l’empatia con le persone; dall’altro la mobilitazione di forze politiche e di liste che nel primo turno hanno lavorato non solo per portare l’acqua al mulino di Ralli o Ghinelli ma anche per incassare voti necessari a superare la soglia del 3 per cento ed entrare in Consiglio comunale.

Ralli ha dalla sua parte una fitta rete di supporters: dalle cinque liste che lo sostengono - Arezzo 2020, CuriAmo Arezzo, Pd, Arezzo Ci Sta!, Ralli sindaco – al mondo variegato della sinistra più a sinistra. L’accordo formale con Daniele Farsetti di Patto Civico, porta in dote al candidato del centrosinistra oltre 700 voti e in qualche modo rimargina lo strappo tra Farsetti e l’ala sinistra della coalizione; strappo che ha portato lo stesso ex esponente della lista Arezzo 2020 a scegliere la corsa in solitaria per Palazzo Cavallo.

Rifondazione Comunista muove il proprio elettorato in direzione Ralli e in una nota il Circolo Alessandro Giusti dice che se pure Ralli “non è il nostro candidato” e ricorda le critiche al centrosinistra per un’opposizione troppo “morbida” in Consiglio comunale, in questa sfida si schiera dalla sua parte “per fermare le destre”. A questo si aggiunge la convergenza delle varie anime comuniste che in questa sfida elettorale sono state rappresentate da Laura Bottai e Massimo Facchinetti. Insomma, un’azione a “testuggine” è la parola d’ordine, attorno alla quale il centrosinistra cerca di ricompattare tutte le forze in campo, guardando molto anche al mondo dell’associazionismo che gira nella stessa orbita. 

Altro capitolo non meno importante: cosa faranno i 5Stelle?

Michele Menchetti è stato chiaro fin dal giorno in cui le urne hanno sancito il ballottaggio: niente accordi con nessuno, libertà di voto agli elettori. Il “tesoretto” pentastellato ha un valore significativo nella partita a due: i 1764 voti sono preziosi per Ralli. Nei dietro le quinte della coalizione, dove si lavora pancia a terra per portare voti al candidato sindaco, nessuno azzarda previsioni ma certo è che sul punto dei 5Stelle, c’è chi fa notare l’effetto Giani che potrebbe riverberarsi tale e quale sulla corsa di Ralli. 

Il ragionamento è questo: l’alleanza Pd-M5S a Roma, alla fine, nonostante gli strappi in diverse Regioni al voto, si è declinata a livello locale con buona parte degli elettori pentastellati che hanno votato Giani e la lista del Movimento, utilizzando il voto disgiunto previsto dalla legge regionale. Lo dicono i flussi elettorali nelle analisi sul voto in Toscana. Da questo assunto, la logica conseguenza dovrebbe essere la convergenza degli elettori a 5Stelle sul candidato sindaco del centrosinistra.

Fin qui i conti e le analisi degli addetti ai lavori. Ma c’è un altro rebus, difficile da decifrare e si chiama astensionismo. Il ballottaggio è una “brutta bestia” dicono gli esperti coi capelli bianchi, perché è una partita a due e carica di insidie. E il numero di aretini che domenica e lunedì andranno a votare potrebbe davvero fare la differenza per il sindaco che verrà. 

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno