Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:AREZZO18°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Sport domenica 20 giugno 2021 ore 20:45

Arezzo Campione d'Italia Primavera 3

Partita incredibile. Ci sono voluti i calci di rigore per assegnare il titolo dopo che al 90' il risultato era fermo sul 3-3. Grazie ragazzi



BOMPORTO — Finisce 10 a 9 dopo i calci di rigore. L'Arezzo è Campione d'ìItalia del Campionato Primavera "Trofeo "Berretti". 

Una partita incredibile piena di colpi di scena. I tempi regolamentari si chiudono sul 3-3. Cesena sempre avanti ma Arezzo bravo a ribattere colpo su colpo. Poi la lotteria dei calci di rigore. Il portiere Gagliardi si esalta, recupera l'errore di Sussi dagli 11 metri e regala lo scudetto agli amaranto parando anche l'ottavo penalty.

Così a Modena inizia la festa amaranto. Mai l'Arezzo aveva conquistato un trofeo così prestigioso.  Il capitano Martelli alza la coppa e il popolo del Cavallino esulta. 

A Modena risuona l'inno amaranto. I ragazzi dell'Arezzo hanno vendicato la brutta sconfitta della prima squadra contro il Cesena che è costata la retrocessione diretta in Serie D. Ma quella è tutta un'altra storia. Oggi La primavera dell'Arezzo è Campione d'Italia questo è ciò che conta. 

Un sigillo per una stagione da incorniciare. Primi dall'inizio alla fine senza mai cedere il passo a nessuno. In principio è stato Mario Palazzi a costruire questa squadra, poi è subentrato Andrea Sussi che ha finito nel migliore dei modi ciò che Palazzi aveva iniziato ed ha regalato all'Arezzo e ad Arezzo una gioia incredibile.

Questi ragazzi sono stati straordinari. Sarebbe sbagliato fare nomi. E' la forza del gruppo che ha vinto. E' la determinazione di una squadra che ha voluto imporsi su tutti gli avversari. E' il Cavallino che trionfa e sale sul tetto d'Italia

Grazie ragazzi. Arezzo è orgogliosa di voi.

AREZZO - CESENA 10-9  dopo i calci di rigore.
I tempi regolamentari erano finiti sul  3-3: 20' Shpendi C. (Cesena); 32' Marras D. (Arezzo); 54' Bolognesi (Cesena); 60' Marras D. (Arezzo); 64' Bernardi (Cesena); 66' Tordella (Arezzo) - tempi regolamentari.

Rigori: Arezzo 8 - Cesena 7

Prima serie: Si presenta sul dischetto il Cesena. Lepri va dagli 11 metri. Gagliardi si mette a centro porta. Breve rincorsa e Gol. Cesena avanti.
Tocca a Sussi per l'Arezzo. Rincorsa lunga ma il suo tiro finisce tra le braccia di Fabbri.

Seconda serie:
Meluzzi contro Gagliardi
. Palla angolata e Cesena sul doppio vantaggio.
E' il turno di Niccolò Marras. Il 7 amaranto prende la rincorsa e spiazza Fabbri. Siamo sul 2-1 per i romagnoli.

Terza serie:
Valocchia contro Gagliardi e il portiere amaranto è strepitoso,
para e rimette in gioco l'Arezzo.
Per l'Arezzo segna Mussi. Siamo in parità.

Quarta serie:
Shpendi C. dal dischetto. Lunga rincorsa e palla centrale che beffa Gagliardi
.
Tocca al bomber amaranto Damiano Marras che segna e riporta l'Arezzo in parità.

Quinta serie:
Per il Cesena si presenta Bernardi Edoardo. Tiro centrale, Gagliardi intuisce ma non basta. 
Verdelli sul dischetto per gli amaranto. Grande freddezza e portiere spiazzato. E' ancora parità.

Sesta serie:
Ferretti
si presenta dagli 11 metri e spiazza il portiere aretino Gagliardi.
Per l'Arezzo tocca a Pittaccio. Il tiro è centrale ma finisce il rete. Siamo sul 5-5.

Settima serie:
Berti contro Gagliardi.  
Breve rincorsa e con il sinistro e tira un bolide che si insacca alle spalle del portierone aretino.
E' Memushi che si incarica del tiro per l'Arezzo. Gol. Siamo ancora in parità. 

Ottava serie:
Sul punto di battuta Guerra per il Cesena. Gagliardi è strepitoso e para. Adesso serve solo una rete per alzare il trofeo.
Per l'Arezzo si presenta dal dischetto Ferraro. E' tutto sui suoi piedi. Tiro sotto l'incrocio dei pali. L'Arezzo è Campione d'Italia.

Gli amaranto di Andrea Sussi salgono sul tetto d'Italia. E' una festa. 

Grande Arezzo, grande cuore amaranto. 

90+7'- Fischio finale. Non ci sono i supplementari. Si va direttamente ai rigori.

90+6' - Incredibile. L'Arezzo con Verdelli colpisce una traversa a portiere battuto. Grandissima occasione per l'Arezzo.

90'+4 - Che paura. Il Cesena segna ma l'arbitro ferma tutto per fuorigioco.

90' - L'arbitro decreta 6' di recupero. Se dovesse permanere la parità si andrà direttamente ai calci di rigore per assegnare il titolo.

78'- Cesena in 10 per il doppio giallo a Bernardi, che paga un fallo ingenuo e la maglia tolta nell'occasione del terzo gol romagnolo.

66'- GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL. Matteo Tordella. Partita incredibile. Il bravo calciatore amaranto parte da centrocampo, arriva dentro l'area e calcia un rasoterra sul quale si fa trovare impreparato il portiere Fabbri. E' il 3-3, Tordella si toglie la maglia dalla gioia, prende un giallo ma è contento. Bene così.

64'- Cesena ancora avanti. Ancora una disattenzione della difesa amaranto. Guerra mette al centro un pallone e Bernardi colpisce a botta sicura.

60'- GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL. Ancora lui. Il bomber. Damiano Marras. E' un fuoriclasse. Un centravanti di peso e di classe. Un predestinato. Prende palla spalle alla porta, la difende, si gira e scaglia un fendente alle spalle di Fabbri. Doppietta di Damiano Marras e partita in parità.

54'- Cesena avanti per 2-1.  Bolognesi è bravo e incontenibile sulla fascia sinistra. Va in slalom e salta la difesa amaranto che si fa trovare troppo statica. Grande rete dell'esterno cesenate e bianconeri in vantaggio.

Finisce in parità la prima frazione di gioco della Finale Scudetto Primavera 3. Gli amaranto di mister Sussi fanno la partita ma il Cesena è bravo a contenere e ripartire in contropiede. Dopo 20' minuti di pressing asfissiante degli aretini, i romagnoli passano in vantaggio grazie a Cristian Shpendi bravo a sfruttare il primo corner e la prima indecisione difensiva degli amaranto. L'Arezzo non si perde d'animo e continua a produrre gioco. Al 32' sale in cattedra Damiano Marras che prende la palla sulla trequarti campo, salta almeno tre avversari e insacca alle spalle del portiere romagnolo la rete del momentaneo 1-1.

Insomma, l'Arezzo fa la partita e il Cesena è bravo a difendere e pungere in ripartenza. Le uniche occasioni dei romagnoli, infatti, derivano più da errori di disimpegno degli amaranto che da azioni create. 

Partita condizionata dal grande caldo, oltre 30 gradi a Modena.

45+3'- Fine Primo Tempo. Arezzo Cesena al riposo in parità 1-1.

32'- GOOOOOOOOOOOOOL Damiano Marras. L'Arezzo pareggia la partita. Il fuoriclasse amaranto parte dalla tre quarti. Ne xalta uno, poi due, tre. Entra in area e trafigge con un gran fendente l'incolpevole Fabbri. 

20'- Cesena in vantaggio con Cristian Shpendi che sfrutta il primo corner per  bianconeri per trafiggere Gagliardi. 

Partita equilibrata con i ragazzi di mister Sussi che partono bene, conquistano pure 4 tiri dalla bandierina ma non riescono ad impensierire il portiere romagnolo. Il Cesena in questi 20' ha disputato una gara di contenimento e Shependi è stato bravo e fortunato a sfruttare l'unica disattenzione difensiva dell'Arezzo.

Gara condizionata dal grande caldo. Si gioca a Modena, al "Bomporto", su un campo in erba sintetica.

Uno schiacciasassi la Primavera3 amaranto. Dopo aver disputato un stagione esaltate, i ragazzi di mister Sussi hanno schiantato il Perugia (4-1) nelle semifinali delle Final Four e oggi si giocano il titolo nazionale contro il Cesena.

Il destino ha voluto mettere difronte agli amaranto i bianconeri romagnoli, che hanno spinto nel baratro la prima squadra. Quindi un'occasione per rifarsi, ma non solo. Oggi i ragazzi del Cavallino Rampante devono urlare all'Italia intera che sono i più forti di tutti. 

Alle 10,30 il fischio di inizio.

Queste le formazioni:

AREZZO: Gagliardi, Bux, Ferraro, Tordella (dal 73' Pittaccio), Memushi, Martelli (dall'81' De Pellegrin), Marras N., Verdelli, Marras D., Mussi, Sussi.
Allenatore: Andrea Sussi.
A disposizione: Gagliardotto, De Pellegrin, Bertollini, Bordonaro, Novelli, Baldoni, Mascia., Cristaldi, Pittaccio, Schiena, Steccato, Canapini.

CESENA: Fabbri, Guerra, Bolognesi, Vallocchia, Lepri, Ferretti, Francesconi (90'+1 Meluzzi), Berti, Shpendi C., Bernardi, Shpendi S.(dal 33' Bernardi E.).

Allenatore: Giovanni Ceccarelli.
A disposizione: Pollini, Giunchi, Crispino, Onofri, Mari, Mariotti, Ariyo, Meluzzi, Bernardi, Zarrelli, Pironi, Boriani.

ARBITRO: Mattia Ubaldi di Roma1
ASSISTENTI: Zanellati (Seregno); Zezza (Ostia Lido)

Andrea Sussi dopo la conquista del titolo Primavera 3 con l'Arezzo
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente intorno alle 7. Sul posto i sanitari del 118 ma non c'è stato nulla da fare. La vittima non ancora identificata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità