Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:AREZZO18°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Sport sabato 19 giugno 2021 ore 07:00

Demolito il Perugia, Primavera amaranto in finale

Risultato mai in discussione e gran gioco espresso, ora 36 ore di riposo prima della finalissima di domenica mattina contro il Cesena



BOMPORTO — I ragazzi terribili della Primavera 3 si sono guadagnati il posto nella finalissima di domenica mattina contro il Cesena, che assegnerà il Trofeo "Dante Berretti", in pratica lo scudetto di categoria. L'ultimo ostacolo da affrontare, i pari età del Perugia, sono stati spazzati via a suon di gol, com'è avvenuto più o meno sempre quest'anno.

Allo Stadio Comunale di Bomporto - campo sintetico nemmeno troppo nuovo e disperso nella provincia di Modena, tribunetta da poche decine di posti, come se alla Lega di questo campionato importasse davvero poco - il gran caldo la faceva da padrone. Ma l'Arezzo al pronti via ha fatto subito capire che gara sarebbe stata: non sono passati nemmeno due minuti, quando Mussi insacca di testa il gol dell'1-0, sugli sviluppi di una rimessa laterale lunga di Bux spizzata da Martelli. Nella prima frazione però tanto Perugia. Non grandissime occasioni, ma tanta pressione verso la porta di Gagliardi, anche se le ripartenze letali del Cavallino Rampante tenevano sempre sul chi vive il Grifo.

Il raddoppio al 51° minuto: traversone dalla destra, spaccata volante in acrobazia di Damiano Marras che trova il palo e la rete. L'Arezzo a quel punto ha già il gioco in mano e trova anche la terza rete: è il 68° minuto, quando un'altra rimessa laterale di Bux - veri e propri traversoni con le mani - viene spizzata ancora da Martelli e la palla finisce tra i piedi di Niccolò Marras, che è bravo a liberare il sinistro per il 3-0. Al 73° il Perugia accorcia le distanze su calcio di rigore, con D'Angelo, ma è un fuoco di paglia e il tempo che manca alla fine poco. E comunque ci penso di nuovo Damiano Marras a spegnere definitivamente le velleità del Grifo: azione personale sulla sinistra, ingresso in area dal lato corto e staffilata sotto la traversa da posizione impossibile su Baietti in uscita. E' il 79° minuto e le tre reti di vantaggio regalano agli amaranto la sicurezza e tranquillità per gestire il forcing finale degli umbri.

Ora manca solo l'ultimo atto. Sullo stesso campo, domenica mattina alle ore 10,30, l'Arezzo affronterà il Cesena nella finalissima. I bianconeri avevano giocato la loro semifinale ieri mattina, regolando i pari età della Cavese con un secco 3-0.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata

Mister Sussi al termine di Arezzo-Perugia 4-1
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente intorno alle 7. Sul posto i sanitari del 118 ma non c'è stato nulla da fare. La vittima non ancora identificata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità