Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

Attualità mercoledì 05 agosto 2020 ore 17:38

Quarantena in hotel per chi torna dai Paesi "caldi"

L'Asl Toscana Sud Est ha pubblicato il bando per le strutture. Non saranno “alberghi sanitari”: ospiteranno persone in osservazione



AREZZO — Tornare in Italia in sicurezza. E' il senso dell'operazione della Asl Toscana Sud Est per consentire alle persone che rientrano dai Paesi a rischio di sottoporsi al periodo di isolamento fiduciario. Chi rientra da Romania e Bulgaria ha l'obbligo di rispettare la "quarantena", a differenza di chi viaggia da e per gli Stati dell'Unione Europea, negli Stati parte dell'accordo di Schengen, in Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stato della Città del Vaticano, Regno Unito e Irlanda del Nord.

Dunque, per chi deve rispettare la "quarantena", c'è un modulo elettronico da compilare sul sito della Regione Toscana:https://www.prevenzionecollettiva.toscana.it/welcome/pages/segnalazione_estero.html-

Se la persona ha le condizioni per farlo, può trascorrere il periodo di isolamento fiduciario al proprio domicilio. In caso contrario, “può fare richiesta per una camera in un albergo individuato dalla Asl, che farà ricorso alle normali strutture ricettive visto che le persone interessate saranno solo da sottoporre a sorveglianza e finiranno quindi in isolamento fiduciari”, si legge in una nota della Asl. 

Strutture ricettive che non sono qualificate come “alberghi sanitari” e che quindi devono avere solo le caratteristiche per l'esercizio di questa attività. In collaborazione con la Prefettura di Arezzo, l'Asl attiverà, se ce ne saranno le condizioni, anche punti di accoglienza in città dove arrivano bus provenienti da Paesi dai quali è particolarmente consistente il numero di lavoratrici e lavoratori che operano in Italia.

La persona vivrà in isolamento all'interno dell'albergo per 14 giorni: non potrà ricevere visite né recarsi negli spazi comuni.
La sua camera sarà costantemente sanificata e riceverà assistenza sanitaria sia diretta con le Usca, sia indiretta con il telefono.
Sarà sottoposta, qualora si dichiari disponibile, a tamponi alla fine del periodo. L'Asl Toscana Sud Est ha in fase di pubblicazione il bando di ricerca di mercato per convenzionarsi con gli alberghi della provincia di Arezzo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno