Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:30 METEO:AREZZO20°35°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 20 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L'abbraccio tra Schwazer e i suoi figli dopo la gara è commovente
L'abbraccio tra Schwazer e i suoi figli dopo la gara è commovente

Sport domenica 10 gennaio 2021 ore 19:34

Amaranto, un punto e tanta consapevolezza

L'Arezzo pareggia a Ravenna grazie ad una ripresa sontuosa. Segna Di Paolantonio dopo una grande giocata di un ritrovato Cerci



RAVENNA — L'Arezzo pareggia 1-1 a Ravenna e per quanto visto nella ripresa il risultato sta pure stretto ai ragazzi di mister Camplone.  Se la prima frazione di gara ha visto gli amaranto subire l'inerzia dei padroni di casa, nei secondi 45' la musica è cambiata Lo svantaggio e la strigliata negli spogliatoi hanno portato il Cavallino a scendere in campo con il coltello tra i denti. Nel secondo tempo il Ravenna ha superato la metà campo solo con lanci lunghi di alleggerimento e nulla più. L'Arezzo ha preso in mano le redini della partita, ha raggiunto il pareggio e poteva persino vincere.

La squadra dimostra di aver assimilato il lavoro di questi giorni ed i nuovi acquisti si sono subito integrati. Sbraga ha spadroneggiato in difesa. E' giocatore solido e tosto che non si concede distrazioni. Buona l'ora di gioco di Karkalis che ha dimostrato di avere gamba e iniziativa in avanti, pur restando concentrato in fase difensiva. Altobelli ha un grande fisico che lo usa per fermare gli avversari a centrocampo e far ripartire l'azione. E' anche dotato di buoni piedi e già si trova a meraviglia con Di Paolantonio ed Arini, oggi meno brillante del solito.

Un plauso lo merita Cerci. Il primo tempo ha preso tante botte ed ha lottato. Nella ripresa ha continuato a prendere botte ed a tratti è stato irresistibile. A lui bastano pochi centimetri per "uccellare" il marcatore che, sovente, si trova costretto ad intervenire con le cattive maniere. Dal suo piede vellutato nasce il pareggio messo a segno da Di Paolantonio, da lui passano tutte le azioni più pericolose degli amaranto. Insomma, l'ex Atletico Madrid si sta ritrovando e quando la condizione sarà migliore saranno guai per tutte le difese.

Infine una menzione anche per Luciani. Il vice-capitano sta tornando ai suoi livelli. A tratti imprendibile sulla fascia,  è stato il simbolo della riscossa amaranto. Un guerriero che usa bene testa e piedi.

Buona la squadra nel suo complesso. La difesa ha dimostrato di essere robusta e arcigna, il centrocampo veloce e illuminate e davanti poi è pura fantasia.
Adesso serve una punta di peso. Oggi, specialmente nel primo tempo, è mancato un appoggio. Una boa centrale in grado di far salire la squadra e mandare in porta centrocampisti ed esterni.

Intanto sabato al Comunale arriva il Cesena per l'ultima gara di andata. Il punto di oggi smuove la classifica ma soprattutto dà morale ai ragazzi che capiscono di essere una buona squadra che, appena completata nel suo organico, potrà giocarsela proprio contro tutti.

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Mister Camplone al termine di Ravenna-Arezzo
Alessandro Di Paolantonio al termine di Ravenna-Arezzo 1-1
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno