Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Sport sabato 13 novembre 2021 ore 12:52

Mariotti "mettiamo carattere in campo"

Vigilia della partita contro il Tiferno Lerchi. Il mister "Arrivare un centimetro prima degli altri sulla palla. Domani serve tanta grinta"



AREZZO — E' un Mariotti apparentemente sereno alla vigilia della seconda trasferta consecutiva del cavallino sul campo del Tiferno Lerchi. L’Arezzo torna in campo dopo la brutta sconfitta subita sul campo della Sangiovannese. Una settimana dove si è parlato molto del ko subito nel derby. 

La squadra amaranto a Sangiovanni si è mostrata debole mentalmente e Mariotti si sofferma su questo aspetto prima ancora di quello tecnico-tattico "Il problema è motivazionale, sappiamo di essere una squadra forte tecnicamente forse la più forte del girone, ma questa da sola non basta per vincere le partite. A volte l’approccio alla gara è sbagliato e andiamo in confusione non appena subiamo l'avversario. Questo non deve più accadere, con la squadra abbiamo parlato durante la settimana e cercato di migliorare alcuni aspetti."

Confronto sereno con la società c'è stato e insieme si cercano i correttivi, lo dimostra l'arrivo di Cascione in prova, ma Mariotti è soddisfatto di tutti i giocatori a disposizione "Prima di parlare del mercato facciamo queste quattro gare e cerchiamo di farle bene ottenendo ottimi risultati. Sono molto soddisfatto della rosa che la società mi ha messo a disposizione e dei miei giocatori che mi seguono ogni giorno. Se alla riapertura del mercato serviranno correttivi sono sicuro che la società opererà in tal senso".

Un settimana particolare "Per me lo è stata, l’uomo Mariotti ha vissuto la contestazione della curva che mi ha dato una carica particolare. Non so se sarò bravo come allenatore ma quando sono venuto qui sapevo di dover vincere lo scetticismo sul mio nome. Questo mi ha fortificato e  vedere la curva soffrire mi ha dato un segnale importante: ci dobbiamo sempre mettere in gioco."

Mariotti prosegue poi nella lettura di quella che potrà essere la partita di domani "Ci siamo allenati forti, io e il mio staff abbiamo fatto quello che dovevamo mettendoci sempre in discussione. Siamo pronti per la trasferta di domani, non pensiamo al passato ma guardiamo al presente. Domani sarà una partita difficile contro una buona squadra. Il Tiferno Lerchi da anni fa ottimi campionati sarà un bel banco di prova. Sempre meglio incontrare squadre forti. La gara è più importante della tecnica. Arrivare un centimetro prima degli altri sulla palla è forse più importante della tecnica e forse questo aspetto ci è mancato. Dobbiamo essere uomini."

Potrebbero esserci novità sul modulo e gli interpreti, durante la settimana il mister ha provato diverse soluzioni "Cambiano gli interpreti, il modulo, ma deve restare la mentalità. Abbiamo provato una difesa a tre, vediamo domani cosa succederà sono contento del lavoro fatto dai miei ragazzi."

La risposta a tutto domani contro il Tiferno Lerchi avversario che ha pareggiato sul campo del Follonica Gavorrano e che domani non regalerà nulla.

Paolo Nocentini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Mister Mariotti alla vigilia di Tiferno Lerchi-Arezzo
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno