Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO15°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Attualità sabato 06 giugno 2020 ore 16:40

Mercato, Mercatale e Fiera, un sabato fuori casa

Fiera Antiquaria al Prato

Tante occasioni per fare acquisti. Stamani al Giotto meno gente ma più concentrata, affluenza anche sotto i Portici e pienone al Prato



AREZZO — Finalmente un sabato diverso, ricco di cose da fare in città. Oggi gli aretini avevano solo il dubbio della scelta, di dove andare. La mattina è iniziata con il mercato del Giotto che, dopo due edizioni "allungate" torna alla disposizione abituale. Banchi più "corti" ma concentrati in base all'antica disposizione. Questo ha favorito gli acquisti ed evitato quella dispersione tanto lamentata dai commercianti negli ultimi due sabati. La decisone di raggruppare i produttori agricoli in via Raffaello Sanzio ha permesso ai clienti di andare a "colpo" sicuro e agli altri commercianti di ritornare nel aree originali e più familiari ai clienti. Di gente, rispetto alle ultime due settimane, ne abbiamo vista meno ma quella che c'era sembrava più interessata. Insomma, meno confusione ma più affari.

Spostandoci verso il centro c'è il Mercatale, dove alcuni produttori delle vallate vendono prodotti tipici a Km 0. Tra funghi, formaggi e salumi, la gente passa in rassegna i 10 banchini posizionati proprio sotto i Portici di via Roma. Ad onor del vero questa mattina non c'è stato il "pienone" ma un modesto e costante flusso di persone.

Infine, camminando in salita, si arriva al Prato. Alla Fiera Antiquaria il flusso di persone è notevole. Tranne per la pausa pranzo il via vai di visitatori è continuo. Tantissimi aretini ma anche turisti dall'Italia e non solo. Nel primissimo pomeriggio abbiamo incrociato, in zona Pieve, un gruppo di tedeschi che, zaino in spalla e fiato corto, chiedevano dove era l'Antiquaria.

Insomma, Arezzo riparte e nonostante qualche "defezione" dovuta dal lockdown, riapre ai turisti più forte e determinata di prima.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno