Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Giostra Saracino domenica 04 settembre 2022 ore 22:00

Santo Spirito … tocca il cielo con un dito

Capotto per la Colombina e primato solitario nell’albo d’oro. La Giostra dei cinque. Cicerchia cecchino. Porta Crucifera coppia da dieci e rammarico



AREZZO — Santo Spirito vince la sua 39esima Giostra del Saracino facendo il terzo cappotto in dieci anni e riprende il primo posto solitario nell’albo d’oro. Tutto in una volta in una domenica di settembre, ma come tutte le cose belle per arrivare all’obiettivo finale il percorso è duro e pieno di insidie.

La Colombina lo ha toccato, il cielo, con mano dopo il cinque in prima carriera di Scortecci (il settimo consecutivo), lo segue Porta Crucifera con Rauco restando appaiata in cima all’albo d’oro come se la storia stesse disegnando il testa a testa finale, senza esclusione di colpi, al centro del buratto.

Porta del Foro e Porta Sant’Andrea escono dalla scena di fatto alla prima carriera, con il quattro colpito dalla prima lancia Parsi e Marmorini.

La sfida in seconda carriera tra i due quartieri è affascinante e piena di colpi di scena. Elìa Cicerchia cancella il cinque e con dieci punti sembra tutto fatto, ma Porta Crucifera non molla e rilancia colpendo il cinque con Vanneschi.

Gli spareggi regalano ancora emozioni forti, Geppetti manda al pozzo Scortecci che interrompe la serie positiva per pochi millimetri, il quattro da’ forza ai rossoverdi. La risposta di Branchi è con Rauco, ma anche lui non va oltre il quattro. Tutto di nuovo rimandato adesso tocca a Cicerchia e Vanneschi chiudere la sfida in un modo o nell’altro.

È la domenica di Elia il cecchino quello che dopo aver lasciato Baby Doll ha ricostruito un grande binomio con Olympia, carriera bellissima e cinque perfetto.

Santo Spirito scappa di nuovo, adesso la carriera di Vanneschi è da dentro o fuori, il giostratore non si ripete e si ferma sul quattro.

La parte di piazza colorata di gialloblù esplode: vittoria, festa vera che regala emozioni forti scrivendo una pagina indelebile della Giostra del Saracino.

Solo il cielo sopra Santo Spirito che in undici anni ha collezionato tredici vittorie scrivendo sul libro del saracino pagine di record che verranno raccontate.

Gli altri quartieri lasciano la piazza e il 2022 consapevoli che il cammino per rompere il dominio gialloblù richiede un lungo e duro lavoro invernale. 

Paolo Nocentini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno