Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:17 METEO:AREZZO14°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Alberto Angela a Pompei: «Sperimenteremo la tecnica del piano sequenza»

Sport sabato 12 dicembre 2020 ore 14:00

Arriva il Modena, Camplone: “Osare di più”

L'allenatore ha visto segnali importanti a Fermo dalla fase difensiva, ora occorre proporsi e segnare, per iniziare a vincere le partite e fare punti



AREZZO — Mister Camplone è tornato a parlare alla vigilia di Arezzo-Modena, nella ormai consueta conferenza stampa in streaming per rispettare le regole anti-covid. L'incontro virtuale con i giornalisti è iniziato analizzando quanto venuto fuori dall'ultima gara di Fermo. “Non giocavamo contro una squadra di rango come quella che affronteremo domani, ma siamo riusciti a non prendere gol e in difesa non abbiamo sofferto – ha detto l'allenatore amaranto – il problema è che abbiamo creato pochissimo, ma ora è importante dare certezze a questa squadra”.

L'Arezzo ha però la necessità pressante di fare punti, per togliersi prima possibile dall'ultimo posto in classifica. Camplone ha sottolineato quindi come sia essenziale tornare alla vittoria, ottenibile solo iniziando a proporre molto di più. Non è una questione di moduli, perché ha spiegato come il 3-5-2 messo in campo contro la Fermana sia un modulo che può coprire ogni zona del campo e allargare le difese avversarie, andando a sfruttare la zona centrale del terreno di gioco. Gli amaranto hanno interpretato la partita molto bene in fase di non possesso, senza però creare pericoli agli avversari. E' proprio su questo che l'allenatore ha puntato in questi due giorni di lavoro. “Abbiamo lavorato molto sui movimenti in fase di possesso e offensiva – ha spiegato – perché la differenza non la fa il modulo, ma come viene interpretato. Ci serva la giusta mentalità per andare a proporci e a costruire, ed ho insistito molto su questo con la squadra anche ieri, quando ho parlato con i ragazzi”.

Al termine del tour de force cui sta sottoponendo l'Arezzo per recuperare prima di Natale tutte le gare rinviate causa Covid, mancano queste ultime quattro partite, contro Modena, Fano, Vis Pesaro e Legnago. Camplone ha detto chiaramente che nessuno pensa di entrare in campo per pareggiare o, peggio ancora, perdere. Tutti entrano in campo pensando solo a vincere. Già da domani, nonostante al “Comunale” arrivi una formazione di alta classifica. Il Modena è infatti una squadra costruita con molti calciatori importanti, che gioca un bel calcio – forse il migliore dell'intero girone B – fatto di possesso palla, smarcamento e tranquillità, data dai risultati che stanno ottenendo e dalla posizione di classifica. Per fare risultato, l'Arezzo dovrà per forza cercare di concedere il meno possibile, pur salvaguardando la necessità di creare.

Camplone ho infine voluto ricordare come gli amaranto stiano affrontando una situazione davvero complicata. Dopo lo stop per il focolaio di coronavirus che ha messo in quarantena più della metà di squadra e staff, sono state giocate già cinque partite consecutive a tre giorni di distanza l'una dall'altra, con altre quattro ancora davanti nei prossimi dieci giorni. Pur non volendo fornire alibi di alcun genere per i brutti risultati ottenuti, l'allenatore lo ha voluto ricordare perché il lavoro fatto sul campo di allenamento è stato pochissimo e sempre mirato alla prestazione. Impossibile costruire qualcosa come si può fare con la classica settimana di lavoro, che Camplone non ha mai avuto a disposizione da quando è arrivato ad Arezzo.

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno