Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO13°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il fiore cadavere di 8 anni sboccia per la prima volta: il timelapse del raro evento

Attualità mercoledì 29 luglio 2020 ore 16:23

​Donati scende nella piazza tanto cara a Lucherini

L'ex parlamentare renziano domani presenta la candidatura a sindaco e le due liste civiche che lo sostengono nella corsa a Palazzo Cavallo



AREZZO — Settimane di rodaggio, per “annusare” la città e gli aretini. Per prendere contatto e confidenza con un ruolo nuovo, non facile. Altre latitudini, quelle di Montecitorio con la “truppa” toscana dei renziani che solo pochi anni fa, sedeva sugli scranni col “capo” a Palazzo Chigi. Tempi che sembrano lontani, come quelli del Pd. 

Oggi Marco Donati, che da Renzi ha sicuramente imparato l'appeal comunicativo, cambia tutto e si tuffa nella sfida per Palazzo Cavallo che ad oggi conta un nutrito parterre di “cavalli” scalpitanti ai box di partenza: sette cavalieri per un cavallo (Palazzo) verrebbe da dire continuando la narrazione per simbologia.

Fatto sta che Donati è in campo e da alcune settimane si muove ovunque, incontra gente, presenta candidati della sua lista Scelgo Arezzo e dell'altra civica collegata, Con Arezzo, declinando una parola-chiave: competenza. Movimentismo e presenza capillare sul territorio per captare l'aria che tira nell'elettorato, presentare temi (se c'è il cosa, per ora manca il come) e guadagnare terreno rispetto agli avversari diretti: il sindaco uscente Alessandro Ghinelli e il candidato del centrosinistra Luciano Ralli.

Le novità dei giorni scorsi in casa centrodestra potrebbero giocare a favore di Donati, almeno è quello che auspicano i suoi fedelissimi. E' un non detto o al massimo pronunciato sottovoce, ma la decisione di Gianfrancesco Gamurrini di rinunciare alla sfida elettorale da candidato (era dato in pole per le regionali) viene letta come un “assist” da cui cercare di trarre il massimo beneficio in termini di consensi. 

Se Gamurrini è un autorevole esponente del centrodestra ed è in rotta di collisione con Ghinelli, è facile ritenere che non si spenderà più di tanto nella campagna elettorale per la sua rielezione a Palazzo Cavallo, è il ragionamento tra i supporters di Donati ai quali non è sfuggita un'altra immagine che, plasticamente, mostra il suo perchè: accanto a Gamurrini nella conferenza stampa che sancisce il suo stop alla politica (per un turno) c'era l'amico di sempre ed ex assessore Comanducci che ha lasciato la giunta Ghinelli alcuni mesi fa per questioni professionali, come lui stesso ha motivato. 

Due figure “di peso” nel centrodestra aretino, con un bacino di consensi di tutto rispetto, entrambe fuori dai giochi politici che tra poco più di un mese decideranno chi sarà il sindaco di Arezzo. Interessante “monitorare” le loro mosse, specie sottotraccia.

Nel frattempo Donati “annusa” gli aretini e domani in piazza San Jacopo (alle 18,30), l'ex parlamentare Pd ed ex renziano oggi con l'abito civico, presenta la sua candidatura a sindaco in piazza San Jacopo. Guarda caso la stessa piazza dove nel 1999 Luigi Lucherini candidato sindaco del centrodestra conquistò la guida della città. 

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno