Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:04 METEO:AREZZO11°20°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, rapinano taxi con maschera da clown: l'aggressione ripresa dalla telecamera dell'auto

Cultura mercoledì 07 ottobre 2020 ore 09:00

La musica corale torna protagonista ad Arezzo

Dal 10 ottobre al 26 dicembre appuntamento con il Guidoneum Festival nei luoghi più belli e suggestivi della città



AREZZO — Ad Arezzo torna il Guidoneum Festival. Più di 20 concerti per un viaggio all’insegna delle emozioni che muove alla scoperta di alcune delle più importanti formazioni corali italiane e non solo. La città, quindi, è ancora capitale della Polifonia.

Dal 10 ottobre al 26 dicembre alcuni dei luoghi più belli e importanti di Arezzo come le chiese di San Michele, di Santa Maria della Pieve, di San Domenico, la Cattedrale, il teatro Petrarca e l’auditorium annesso al Centro Affari e Convegni, ospitano una serie di imperdibili appuntamenti musicali ad ingresso libero (fino ad esaurimento posti).

Un cartellone che nasce nonostante le avversità, a dimostrazione della grande volontà di ripresa della città di Arezzo nel campo delle attività culturali dopo l’improvvisa stasi che la pandemia da Coronavirus ha provocato.

"Siamo molto felici – commenta Lorenzo Donati, direttore artistico delle attività corali della Fondazione Guido d'Arezzo - che in un anno così complesso per tutti ed in particolar modo per il settore artistico e musicale, Arezzo possa dare una risposta straordinaria come questo festival. Nella nostra città, orfani del Concorso Polifonico Internazionale, riusciremo a proporre con il Guidoneum Festival concerti con alcuni tra i migliori cori e gruppi vocali del panorama internazionale professionale, tra cui gli Oblivion che porteranno il loro nuovo spettacolo e il Coro della Radio Svizzera Italiana che assieme a Odhecaton e Orchestra della Toscana segnano un grande ritorno ad Arezzo. Oltre a questo verrà dato molto spazio alle realtà del territorio aretino e ad alcuni tra i cori amatoriali italiani più premiati a livello internazionale, molti di questi vincitori di premi ad Arezzo".

Il festival è realizzato grazie a Fondazione Guido d’Arezzo, Comune di Arezzo, Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Toscana.

L’ingresso ai concerti è libero fino a esaurimento posti. L’accesso sarà consentito secondo le normative Covid.

Proprio per rispettare con assoluto rigore i protocolli di sicurezza e premettere al più persone possibile di assistere agli spettacoli, molti dei concerti in cartellone saranno trasmessi in streaming nei canali internet della Fondazione.

Info:

polifonico@fondazioneguidodarezzo.com

www.fondazioneguidodarezzo.com

www.polifonico.org


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno