Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:AREZZO18°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Sport sabato 03 aprile 2021 ore 15:30

I Canarini divorano il Cavallino "zoppo"

L'Arezzo cade per 3-1 a Modena. Preoccupante passo indietro degli amaranto che non entrano mai in partita. Nessun tiro in porta, squadra in confusione



MODENA — Grave sconfitta rimediata dall'Arezzo a Modena. Non è tanto il risultato (3-1) a pesare ma come è venuto. Gli amaranto sembravano quelli dei mesi invernali. Impauriti, timorosi, senza idee e con poco mordente. 

Quella del "Braglia" è stata una delle più brutte gare disputate dall'Arezzo nella gestione Stellone. Un'involuzione che deve far riflettere. Il tecnico amaranto ha schierato una squadra sulla carta più offensiva con Carletti e Perez supportati da Iacoponi, ma il gioco è mancato. E non solo.

Che l'Arezzo non si distingua per il numero di conclusioni a rete è risaputo, ma oggi il Cavallino non ha mai calciato verso la porta. Gli unici tre tiri, a parte il gol che è stato un regalo della difesa, sono stati scoccati da distanza siderale e sempre su calcio di punizione. Questo è il più grande problema di una squadra incapace di rendersi pericolosa.

Ma le lacune viste contro il Modena sono tante, forse anche troppe.

E' la terza partita consecutiva che il faro dell'Arezzo è spento. Di Paolantonio visto oggi fa capire perché gli allenatori lo tengono spesso in panchina. Lento, impreciso, talvolta pure indisponente è stato incapace di far girare la squadra che, di par suo, non ha fatto niente per aiutarlo.

Se dare la croce addosso a qualcuno può apparire ingeneroso c'è da dire che oggi non si è salvato nessuno. Forse una sufficienza stiracchiata al solo Sbraga, che non molla di un centimetro, ma per il resto il vuoto più completo.

Sala è "agitato" quando la palla è lontana e poco reattivo quando dovrebbe sfoderare la parata da campione. La seconda rete è una "ciabattata" che finisce a fil di palo ma la potenza del tiro non era poi così irresistibile.   

Kodr rientra dopo mesi di panchina e dimostra insicurezza, fragilità. Sbaglia anche i passaggi più elementari.
Arini corre come un disperato ma i chilometri macinati nel corso di questo campionato iniziano a farsi sentire e le sue gambe non girano più come vorrebbe lui e tutti i tifosi amaranto.

Altobelli fa sempre il suo, è lento come un girarrosto caricato a mano ma almeno ci mette sempre una pezza. Non brilla, ma nell'Arezzo di oggi l'unica cosa che colpisce è il colore azzurro della maglia.

Meglio Carletti di Perez che comunque si muove bene e segna una rete su azione grazie anche alla dabbenaggine della difesa emiliana. 

Iacoponi visto oggi è un lontano parente con quel giocatore ammirato le settimane scorse. Non la prende mai e quando la palla gli rimbalza sui piedi sbaglia sempre. Stellone si ostina a tenerlo in campo ma realisticamente regala un giocatore agli avversari.

Parlavamo del tecnico amaranto. Forse oggi c'è anche il suo zampino in questo naufragio. Certo, ci ha provato con cambi disperati ma questa squadra è scesa in campo senza un'idea chiara e soprattutto senza grinta e mordente. Toglie Perez che alla fine si sarebbe meritato di restare in campo ed inserisce giocatori, vedi Cutolo, che non entrano mai in partita.

Adesso la situazione si complica. Se nell'ultimo mese ci eravamo illusi, la partita odierna riporta tutti alla realtà. Mancano 4 partite alla fine del campionato ed il baratro della D è proprio ad un passo. Ora serve fare quadrato e recuperare energie fisiche  e mentali per cercare di tornare immediatamente in carreggiata.

Infine un'ultima annotazione. Ormai sono mese che l'Arezzo gioca con questa maglia azzurra. Ma a Roma (leggasi dirigenza ndr) lo sanno che l'amaranto è il colore sociale?

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata

Mister Gorgone al termine di Modena-Arezzo 3-1
Mister Mignani al termine di Modena-Arezzo 3-1
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente intorno alle 7. Sul posto i sanitari del 118 ma non c'è stato nulla da fare. La vittima non ancora identificata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità