Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:AREZZO15°27°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Kharkiv, attacco delle bombe plananti russe: diversi morti e feriti tra i civili
Kharkiv, attacco delle bombe plananti russe: diversi morti e feriti tra i civili

Attualità giovedì 01 ottobre 2020 ore 18:07

Covid, soldi e bus per viaggiare sicuri

La Provincia mette a disposizione settantamila euro per migliorare i servizi di trasporto pubblico. Già operativi 29 nuovi autobus



AREZZO — Viaggiare sicuri è l’imperativo di sempre, a maggior ragione in tempi di Coronavirus. Buone notizie per i pendolari: con il riavvio dell’orario invernale che coincide con il nuovo anno scolastico, la Provincia di Arezzo mette a disposizione 70 mila euro per migliorare il servizio.

Il quadro della situazione lo aggiorna Federico Scapecchi, consigliere provinciale con delega al Trasporto pubblico. “Nella nostra provincia sono stati messi in servizio 29 nuovi autobus, per risolvere le problematiche della capienza dei mezzi e per garantire il distanziamento sociale. Il costo è a carico della Regione, ma a partire dal mese di ottobre la stessa Regione chiede un cofinanziamento da parte degli enti locali pari al 10 per cento. Sin dallo scorso agosto, abbiamo chiesto alla Regione Toscana l'autorizzazione ad usare dei fondi vincolati per il TPL, da tempo erogati dalla Regione e da anni giacenti nel nostro bilancio”. 

Scapecchi spiega che si tratta di “circa 70 mila euro che a conti fatti, sono sufficienti per coprire la soglia del 10 per cento da ottobre al 18 dicembre” La nota stonata per il consigliere provinciale sta nel fatto che “ancora non abbiamo ricevuto risposta dalla Regione Toscana, e ancora una volta la Provincia pesca nelle proprie tasche per finanziare in autonomia il servizio, ma soprattutto per dare continuità. Abbiamo già allertato i Comuni, affinchè stanzino altre risorse necessarie dal 19 dicembre in poi”. 

L’auspicio è che la Regione batta un colpo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno