Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:17 METEO:AREZZO14°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Alberto Angela a Pompei: «Sperimenteremo la tecnica del piano sequenza»

Attualità sabato 20 marzo 2021 ore 15:30

Edo Gori, 16 anni dalla scomparsa di un grande aretino

Punto di riferimento della Giostra del Saracino. A lui si deve la crescita esponenziale del Quartiere di Santo Spirito. Storico presidente della Uisp



AREZZO — Sono passati sedici anni dalla scomparsa di Edo Gori 19 marzo 2005. Edo Gori è stato un personaggio importante per la città di Arezzo, lo sport, il mondo della Giostra del Saracino e Porta Santo Spirito.

Per il quartiere della “Colombina” ha rappresentato il cambiamento. La sua visione della giostra e del quartiere, fin dal suo ingresso ai Bastioni, la possiamo definire fuori dagli schemi di quel tempo. Nei primi anni ’90 infatti la sua idea di quartiere era quella di un quartiere proprietario di una scuderia, un circolo dove fare aggregazione sociale e accrescere il corpo sociale con attività finalizzate a scopi sociali e culturali. Rileggere oggi la storia è troppo semplice così come definire Edo un “visionario”, la sua capacità era proprio quella di vedere oltre l’orizzonte. Futuro che avrebbe portato successi in ogni campo “anche se lungo il percorso qualche ostacolo può rallentare il percorso” sono le sue parole in un Redazionale da lui scritto nel giornale del quartiere “Il Bastione”. Sempre con il sorriso sulle labbra, pronto ad aiutare il prossimo con una attenzione particolare ai giovani.

Rettore vittorioso con due lance d’Oro (1 settembre 2002, 5 settembre 2004) fu l’artefice del passaggio di Luca Veneri a Porta Santo Spirito formando una coppia, Farsetti-Veneri, di primissima fascia per piazza grande. Durante il suo rettorato il quartiere fece passi da gigante riuscendo a colmare enormi lacune che aveva accumulato negli anni 80-90 nei confronti degli altri quartieri. L’ingaggio di un cavaliere fuoriclasse in tutta Italia per le rievocazioni storiche come Gianni Vignoli appena entrato in Consiglio fu solo l’inizio del suo percorso di rinascita di Santo Spirito.

Edo Gori non è solo Giostra del Saracino, Presidente del Comitato territoriale Aretino della UISP riuscì a portare l’associazione amatoriale sportiva a far parlare di sé ed essere punto di riferimento nel panorama nazionale. Una sede propria, l’esplosione dei campionati di calcio a 11 e dei campionati di calcio a 5. Edo fu il primo a scoprire tutte le potenzialità della nuova disciplina calcistica che all’epoca era ancora poco conosciuta. Centinaia di squadre partecipanti ai vari campionati provinciali con non pochi problemi organizzativi per la mancanza di strutture sportive per fare attività amatoriale.

La sua prematura scomparsa ha lasciato un vuoto enorme ai Bastioni e alla UISP che ancora oggi tutti coloro che lo hanno conosciuto sentono forte. Porta Santo Spirito gli ha dedicato le Scuderie realizzate a San Marco punto focale della sua mission gialloblu per avere un quartiere sempre protagonista e all’altezza della sua storia.

Nel 2019 il comune di Arezzo dietro alla richiesta del quartiere di Porta Santo Spirito e della UISP gli ha intitolato la piazza tra i due Bastioni luogo che più rappresenta la vita di Edo Gori tra il suo quartiere e la sua UISP che negli anni ’90 aveva la sede proprio in via vittorio veneto di fronte a quella piazza oggi a lui dedicata.

A distanza di sedici anni dalla sua scomparsa sentire i giovani, che non lo hanno mai conosciuto, è sicuramente il segno più indelebile che un personaggio come è stato Edo poteva lasciare nella comunità aretina e il regalo più grande che potesse ricevere dalla sua città. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno