Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:AREZZO20°35°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Attualità giovedì 23 luglio 2020 ore 14:27

Scadenze fiscali, la mazzata alle imprese aretine

Ferrer Vannetti, presidente Confartigianato Arezzo

Ferrer Vanneti, presidente di Confartigianato, sottolinea come il mancato rinvio dei pagamenti delle imposte rischia di tagliare le gambe alla ripresa



AREZZO — Crisi strutturale e derivata dall'emergenza sanitaria. Le aziende sono allo stremo, il Covid ha di fatto azzerato la liquidità a molte imprese che adesso devono anche guardare all'approssimarsi delle scadenze fiscali. 

Ferrer Vannetti, presidente di Confartigianato Arezzo, lancia l'allarme. “Tutto ciò rischia di tagliare le gambe a chi sta faticosamente tentando di rimettersi in piedi, rendendo concreto l’allarme per un’emergenza sociale che in autunno potrebbe assumere aspetti drammatici, per questo è fondamentale che il Governo si impegni presto per il prolungamento della moratoria dei mutui bancari che scade il prossimo settembre e sul quale non si è ancora pronunciato definitivamente”.

Secondo Vannetti, infatti, la “mancata proroga delle prossimescadenze fiscali appare incomprensibile, era una richiesta di assoluto buonsenso. Gli adempimenti straordinari legati alla emergenza coronavirus e le limitazioni lavorative per dipendenti legate alle misure anti-contagio hanno creatouna situazione di grande difficoltà che è colpevole ignorare e che si somma alle gigantesche difficoltà economiche che sta vivendo il sistema Paese”.

Il presidente di Confartigianato, in oltre, sottolinea come a settembre "scadano le moratorie sui mutui e in attesa che la macchina dei sostegni di metta in moto definitivamente" e  auspica che vengano concessi dei rinnovi di almeno un anno per permettere, alle piccole e medie imprese, di ottenere una vitale boccata di ossigeno. "Il tutto afferma - Ferrer Vannetti - anche a tutela dei posti di lavoro".

Tornando alle scadenze fiscali, poi, l’accavallarsi gli appuntamenti già stabiliti con quelli rinviati a causa dell’emergenza Coronavirus crea un ingorgo pazzesco, visto che in questo periodo scattano il saldo 2019 e acconto 2020 delle imposte sui redditi, i pagamenti per le partite Iva soggetti Isa, il saldo 2019 dei versamenti Iva, il versamento dell’imposta di bollo per le fatture elettroniche emesse da aprile a giugno e il saldo 2019 della cedolare secca oltre al primo acconto 2020. Acconto 2020 e saldo 2019 anche per i soggetti Ires e per l’Irap. Altre scadenze si susseguono poi fino a fine luglio.

“E’ evidente - conclude quindi Vannetti - che sarebbe davvero auspicabile quindi una proroga complessiva delle scadenze fiscali e di quelle bancarie, per dare una decisiva occasione di respiro alle piccole imprese aretine già ora alle prese con una grave crisi di liquidità e che a settembre rischiano il collasso”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno