Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:21 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 04 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Com'è andare in bicicletta a Milano? Il nostro giro tra ciclabili, interruzioni, auto in sosta, pavé e cantieri

Attualità mercoledì 06 ottobre 2021 ore 17:05

La Fior guarda al futuro: investe e assume

Riparte alla grande il settore orafo e aumenta l’attività della storica azienda di Ponticino leader nella produzione di semilavorati



PONTICINO — Una ripartenza all’insegna della fiducia per la Fior, azienda valdarnese leader internazionale nella produzione di semilavorati per il settore orafo. La generale ripresa del comparto evidenziata da Vicenzaoro, infatti, sta permettendo all’azienda con sede a Ponticino - nel comune di Laterina-Pergine - di proiettarsi con entusiasmo verso l’ultimo trimestre dell’anno che sarà caratterizzato da nuovi investimenti e da nuove assunzioni.

Dopo i lunghi mesi di incertezze e limitazioni, la fiera vicentina era stata la prima occasione per tornare a incontrare i clienti e per dare nuovo slancio agli ordini di anelli a molla, chiusure stampate e palline che la Fior produce per impreziosire e completare i gioielli realizzati da aziende di tutti i continenti (dalle grandi realtà industriali ai piccoli laboratori artigianali), dando il via ad un trend positivo che ha trovato seguito nelle ultime settimane.

Questa realtà aretina - fondata nel 1974 da Enio Luciano Calvani - copre oggi circa un terzo del mercato mondiale dei semilavorati con pezzi in tutte le carature e in tutte le leghe, prevedendo continui investimenti per adeguarsi alle evoluzioni dei bisogni e delle richieste. In quest’ottica, la ripresa del settore è accompagnata dalla previsione di una serie di assunzioni che stanno interessando diversi ruoli, dalla produzione al commerciale, e che sono motivate da una doppia motivazione. La prima è collegata all’aumento degli ordini che richiederà un incremento della forza-lavoro, mentre la seconda è dovuta ad un generale ricambio generazionale.

Una delle caratteristiche di questa realtà, infatti, è lo stretto e storico legame con il proprio personale: molti operatori sono alla Fior dagli anni ‘80 e hanno trascorso l’intera vita lavorativa in azienda in cui hanno garantito un importante contributo al suo sviluppo e alla sua affermazione, ma sono ormai prossimi al pensionamento che comporta dunque la previsione di nuove assunzioni. Per informazioni e candidature è possibile visitare il sito www.fior.it/it/lavora_con_noi/.

“La Fior- spiega Ilaria Calvani, titolare dell’azienda insieme ai fratelli Antonio e Beatrice, - lavora da sempre con l’organizzazione di una grande azienda ma con lo spirito e il cuore di una grande famiglia. I dipendenti rappresentano uno dei nostri valori aggiunti e, per questo motivo, il nostro impegno è da sempre orientato a creare un ambiente dove ognuno possa sentirsi importante, accolto e stimolato a perseguire un obiettivo comune, con un legame che dura negli anni e che non è stato scalfito nemmeno dalle difficoltà dell’emergenza sanitaria”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A sentirsi male un uomo di 56 anni. Gli è stato fatto subito il massaggio cardiaco, all'arrivo i soccorsi lo hanno portato in ospedale. Vivo ma grave
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Cronaca