Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO13°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 03 marzo 2024

PSICO-COSE — il Blog di Federica Giusti

Federica Giusti

Laureata in Psicologia nel 2009, si specializza in Psicoterapia Sistemico-Relazionale nel 2016 presso il CSAPR di Prato e dal 2011 lavora come libera professionista. Curiosa e interessata a ciò che le accade intorno, ha da sempre la passione della narrazione da una parte, e della lettura dall’altra. Si definisce amante del mare, delle passeggiate, degli animali… e, ovviamente, della psicologia!

​L’amicizia

di Federica Giusti - venerdì 22 settembre 2023 ore 08:00

Ormai sapete quanto ami le serie tv, ed ultimamente ne sto guardando molte facendo particolare attenzione ai rapporti tra i protagonisti, in particolare al modo in cui viene rappresentata l’amicizia.

Talvolta è così edulcorato da essere irreale. Persone sempre disponibili, mai un reale confronto, mai un piccolo litigio. Ma nella maggior parte dei casi, invece, se ne evidenziano le caratteristiche di vicinanza emotiva, presenza e condivisione. Non è importante sentirsi tutti i giorni né raccontarsi ogni minimo dettaglio della propria quotidianità, soprattutto da adulti, ma avere la sensazione che l’altro sarà lì con i suoi tempi e i suoi spazi ma ci sarà e lo farà senza giudizio.

Non è semplice, tra tutte le relazioni, quella amicale è una di quelle più mutevoli nel corso della nostra vita, ma, se si accetta il cambiamento, si può crescere assieme nel tempo.

Quello che non dovrebbe accadere è che una delle parti traini da sola la relazione, mentre l’altra passivamente segue oppure rimane in disparte, come a dire: “Tu devi esserci quando io ho bisogno” ma il contrario non solo non è esplicitato, ma, spesso, viene del tutto trascurato.

Quando al posto del noi prevale l’io, esattamente come nelle relazioni di coppia, anche l’amicizia scricchiola e fatica.

E la cosa che mi ha colpita molto in tante serie tv viste ultimamente è proprio questa, che, anche di fronte a differenze abissali di progetti, visioni del mondo, desideri e vissuti, le amiche e gli amici erano comunque lì pronti a sostenersi reciprocamente.

Credo sia un messaggio importante che può emergere anche da uno schermo, così come può emergere dalla letteratura o dalla musica.

Relazioni profonde e sincere che riempiono il cuore di chi le prova.

Ecco che davvero chi trova un amico, se è di questo tipo, trova un tesoro!

Ovviamente dal niente non viene niente, come cita un proverbio, per cui, anche e soprattutto da adulti, quando le occasioni di incontro possono essere più remote, è necessario aver cura della relazione amicale, dedicandole tempo, impegno e costanza. Ogni relazione, come ci ricordano i manuali di psicologia, include una componente di rischio, ma dobbiamo essere disposti a correrlo per poter donare all’altro una parte di noi, nella fiducia e nella speranza di essere ricambiati. E se così non fosse, vorrà dire che anche noi ci ridimensioneremo e troveremo nuovi e diversi modi di relazionarci a quella persona, avendo sempre ben presente che la cosa importante è avere rispetto di sé e dell’altro. Se ci saranno rami secchi da tagliare, lo faremo, non certo a cuor leggero e non prima di aver tentato di comprendere meglio la situazione.

Vi auguro di poter trovare sempre buoni amici!

Federica Giusti

Articoli dal Blog “Psico-cose” di Federica Giusti